11 dicembre 2016

Frascati Scherma, si riparte: il presidente Molinari sabato ritirerà il premio per lo scudetto

L’inizio di settembre segna la riapertura della palestra “Simoncelli”, tana storica del Frascati Scherma. «Da questa settimana le attività riprendono a ritmi sostenuti – dice il presidente Paolo Molinari -, poi dal 12 inaugureremo i corsi per i nuovi iscritti che comunque hanno la possibilità di venire a provare la scherma e i nostri metodi di lavoro per un totale di quattro sedute gratuite nell’arco di due settimane. A metà settembre, inoltre, riprendono tutte le attività che fanno parte della “famiglia allargata” del Frascati Scherma, a partire dalla kick boxing (che ha anche una importante sezione agonistica, ndr) per arrivare a tutti gli altri corsi». La prima data segnata in rosso sul calendario del club tuscolano, però, è quella di sabato prossimo.
«La Federazione ci consegnerà un riconoscimento per la vittoria del nostro ottavo scudetto, avvenuta nella stagione appena chiusa. La cerimonia – spiega Molinari – si terrà nell’ambito della Festa della Scherma che si svolgerà presso l’ex aula bunker (che ha recuperato l’originale denominazione di Sala della Scherma, ndr) del Foro Italico a Roma, dove si disputeranno anche le finali di Coppa Italia che di fatto sono l’ultimo atto della vecchia stagione. Noi, tra l’altro, avremo la squadra degli sciabolatori in finale». L’anno post-olimpico, in passato, ha sempre segnato un deciso aumento di iscritti per il Frascati Scherma, ma i livelli numerici (oltre che qualitativi) che ha raggiunto il club ormai sono straordinari. «Questo ci deve portare a pensare di programmare nel prossimo quadriennio un intervento sul nostro impianto che ormai non è più procrastinabile – spiega Molinari – Inoltre già entro la fine dell’anno verranno rinnovati i vertici della Federazione e il Frascati Scherma, che è ormai un club di riferimento a livello nazionale, ha il dover di proporre le sue idee. A livello tecnico, infine, cercheremo di capire se c’è qualche giovane in grado di partecipare alla prossima spedizione olimpica italiana».
A proposito di Olimpiadi, rimarrà nella storia l’incredibile impresa di Daniele Garozzo, primo oro individuale della storia del club frascatano. «Entro fine settembre organizzeremo una grande festa per Daniele che probabilmente avrà anche un sentito riconoscimento dal Comune di Frascati. Noi non smetteremo di applaudirlo per ciò che ha fatto e lo stesso faremo anche con gli altri otto rappresentanti del Frascati Scherma (altri cinque atleti e tre tecnici, ndr) che hanno partecipato alla spedizione di Rio».