9 dicembre 2016

Crutchlow firma la pole nel GP di casa

In Gran Bretagna il primo tempo delle qualifiche lo sigla Cal Crutchlow. Il pilota del team LCR Honda conquista la pole davanti al pubblico di casa con un giro inavvicinabile. Valentino Rossi, Movistar Yamaha, è secondo davanti a Maverick Viñales, portacolori Suzuki Ecstar mentre il suo rivale di box Jorge Lorenzo è nono. Le Ducati ufficiali cedono il passo, Andrea Iannone è in terza fila mentre Andrea Dovizioso in quarta. Marc Marquez, pilota HRC, cade e sigla il quinto tempo.

Il pomeriggio di qualifiche è caratterizzato dal clima avverso, la pioggia ha caratterizzato la FP4 della classe regina e l’asfalto è ancora bagnato. La variabile metereologica anche questa stagione si conferma fondamentale nella dodicesima prova del campionato e i risultati delle due qualifiche della classe regina risentiranno delle condizioni proibitive. La quarta sessione di libere è stata nel segno di Marc Marquez, il pilota HRC ha segnato il miglior tempo anche della FP3 in condizioni di asciutto. Nella FP4 anche i piloti della classe regina sono stati vittime di alcune cadute come quella spettacolare ma senza conseguenze per Scott Redding, pilota di casa della scuderia Octo Pramac Yakhnich. In questa sessione ha segnato il dodicesimo tempo Alex Lowes, il pilota WorldSBK e sostituto di Bradley Smith con i colori Monster Yamaha, inizierà la gara dalla sedicesima posizione.

Nelle Q2 inoltre entrano Eugene Laverty, Pull&Bear Aspar Team e Jack Miller, pilota Estrella Gallicia 0,0 Marc VDS, vincitore ad Assen e per la prima volta dentro la Q2 dalla quale resta escluso Danilo Petrucci, Octo Pramac Yackhnich che scatterà dalla quattordicesima casella. Una prima qualifica molto emozionate, la migliore delle stagione, con tutti e gli undici piloti a lottare per il primato e l’accesso in Q2.

Le seconde qualifiche iniziano sotto una pioggia leggera e costante, il tracciato è coperto dalle pozze d’acqua e come ulteriore avversità climatica è comparso il vento che da qualche ora soffia sulla pista di Silverstone. La prima pole provvisoria la segna Lorenzo che è il primo a completare un giro chiuso in 2:22.192s. Miller cade al primo giro ed è costretto alla defezione. Secondo è Maverick Viñales seguito da Cal Crutchlow mentre Marquez dopo due giri prova il miglior crono ma non conquista la vetta della tabella tempi.

Al secondo posto si attesta Iannone, spodestato dal numero 25 Suzuki mentre Valentino è quinto. Ma Crutchlow resta in pista e continua a girare molto veloce fino ad abbassare di cica due secondi il crono del campione del mondo in carica e mette a referto il tempo di 2:19.265. Un giro super per il pilota satellite Honda e recente vincitore a Brno che dimostra ancora una volta le sue grandi doti di guida in condizioni estreme. Gli varrà la pole, e nessuno riuscirà ad avvicinarsi.

Andrea Dovizioso si posiziona al terzo posto ma è costretto ad arretrare di una posizione dopo il giro di Rossi, chiuso con il terzo tempo mentre Viñales è secondo a circa un 0,9s dal tempo irraggiungibile del numero 35 Honda.

A circa un minuto dalla fine Marquez è vittima di una caduta spettacolare alla curva uno, nulla di grave per il numero 93 che in precedenza aveva segnato il terzo tempo mentre è vittima di una scivolata anche Dovizioso. Il folivese, già convalescente dall’infortunio dei test a Misano, si rialza zoppicando.

Il Dottore ci riprova e sigla il secondo tempo, sarà il suo miglior crono della Q2 mentre Viñales si lancia nell’ultimo giro e, a tempo scaduto, raggiunge la prima fila al terzo posto. Cade Laverty autore del quarto crono e Dani Pedrosa precede il compagno di box HRC aprendo la seconda fila grazie al nuovo miglior quato tempo. Iannone e Dovizioso alla fine sono ottavo e decimo divisi da Lorenzo che scatterà dalla nona casella in griglia di partenza.

Terza pole in carriera per Crutchlow e terza pole inglese nella storia del GP di Gran Bretagna. Crutchlow, dopo la prima vittoria in Repubblica Ceca, continua sulla strada Barry Sheene, l’ultimo a seglare la pole davanti al proprio pubblico nella classe regina.

Domani la gara della classe regina scatterà alle 14:00 ora locale. Importante sarà ancora la variabile climatica con le previsioni meteo che descrivono una situazione di forte incertezza e possibili schiarite.

Fonte: motogp.com

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5987 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.