Ambiente, Giovani e Welfare: le riunioni odierne delle Commissioni

In Via Verdi, sede del Consiglio Comunale, sono riprese dallo scorso 24 agosto le riunioni delle Commissioni consiliari. Oggi è toccato alle Commissioni Ambiente, Giovani e Welfare fare il punto sul verde, nelle scuole e in città, sul contributo dei giovani per la promozione del territorio, sulle misure per la povertà.

La Commissione Ambiente, presieduta da Marco Gaudini, si è occupata della situazione relativa ai giardini delle scuole, della problematica del diserbamento sul territorio urbano, ed ha fatto il punto sulle attività messe in campo dalla Protezione Civile del Comune in occasione del sisma che ha colpito il Centro Italia. Con l’intervento dei consiglieri Vernetti (De Magistris Sindaco), Madonna (PD) e Brambilla (Movimento 5 Stelle) si sono focalizzati i problemi del settore della gestione del verde; tra questi, l’esiguità del personale e l’alta età media degli addetti, 63 anni, la scarsità dei mezzi tecnici a disposizione. Discussa anche la possibilità di riorganizzare il settore, attualmente diviso tra le Municipalità e il servizio centrale, allo scopo di ottimizzare il servizio. Prossimi impegni della Commissione: un approfondimento con l’assessore all’Ambiente e con il servizio Qualità dello spazio urbano e, per quanto riguarda gli interventi per le aree verdi delle scuole, soprattutto primarie, una verifica, con il coinvolgimento dell’assessora all’educazione Palmieri, delle iniziative già programmate per migliorare gli spazi verdi scolastici in modo da renderli disponibili, all’inizio dell’anno scolastico, per le attività, anche didattiche, delle scuole primarie.

La Commissione Giovani, presieduta da Claudio Cecere, convocata sull’argomento “Promozione del territorio”, ha discusso delle attività rivolte ai giovani, ascoltando da Alberto Corona, dello staff dell’assessora ai Giovani del Comune, Alessandra Clemente, un report sulle iniziative già svolte o in corso in questo importante settore. Negli interventi del presidente Cecere e dei consiglieri Arienzo (PD) e Ulleto (Gruppo Misto) è stata espressa anche la preoccupazione per le recenti prese di posizione, dell’esecutivo regionale competente, sul finanziamento diretto delle attività giovanili che rischiano di scavalcare le competenze comunali. Oltre ad un incontro sul tema da richiedere all’assessore regionale, si è sostenuta la necessità di una cabina di regia che consenta al Comune di continuare a governare l’importante settore. Oggetto delle prossime riunioni sarà anche, ha concluso il presidente Cecere, il ruolo che la commissione può avere nello stimolo ad iniziative di start up che valorizzino energie e competenze giovanili nel campo dell’agricoltura di qualità.

La Commissione Welfare, presieduta da Maria Caniglia, è tornata oggi ad occuparsi della SIA, cioè del Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA), in previsione della scadenza del 2 settembre, data di scadenza del bando pubblicato dal Comune: il bando è rivolto ai Caaf che si candidano a ricevere le domande da parte delle famiglie in condizioni economiche disagiate per ottenere il beneficio che, come previsto dal decreto governativo, sarà erogato dall’Inps. Con gli interventi dei consiglieri Menna (Movimento 5 Stelle), Esposito (PD), Sgambati e Simeone (De Magistris Sindaco), Andreozzi (Dema) e Buono (Verdi -Sfasteriati) sono stati approfonditi la differenza tra questa misura e quella del reddito di cittadinanza ed è stata ribadita la necessità di un incontro con l’assessora Gaeta e i dirigenti dei servizi per avviare una analisi dei bisogni ed una ricognizione dei progetti che possono essere messi in campo, nell’ambito del Piano sociale di Zona, per interventi di inclusione sociale. A margine della riunione, la Commissione ha accolto la proposta del consigliere Sgambati di organizzare un banco alimentare ed una raccolta di giocattoli da consegnare alle popolazioni terremotate a Natale, una volta scemata l’attenzione dei media sull’emergenza terremoto.

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 7156 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.