8 dicembre 2016

Marotta: «Abbiamo l’obbligo di qualificarci alla seconda fase»

È già rivolto al calcio giocato, il pensiero dell’amministratore delegato bianconeroGiuseppe Marotta. A un futuro nel quale la Juve vuole essere protagonista in Champions League.

«Abbiamo l’obbligo di qualificarci alla fase successiva del torneo, di superare il girone e possibilmente di vincerlo – il suo commento al termine del sorteggio monegasco – Un avversario lo conosciamo bene, il Siviglia, l’altro lo abbiamo affrontato qualche anno fa, il Lione. Il terzo, la Dinamo Zagabria, è un serbatoio di tanti giocatori giovani e talentuosi e noi lo sappiamo bene, dato che Pjaca arriva proprio da questa società».

Superare il girone deve essere, per Marotta, il primo passo per una Champions daprotagonisti: «Ci sentiamo pronti per un cammino impegnativo, certo, ma anche per un cammino che ci regali soddisfazioni. Il nostro obiettivo?  Andare il più avanti possibile, migliorare il cammino dello scorso anno. D’altronde – continua Marotta – ci siamo rinforzati proprio per questo, con tanti giocatori stranieri ma anche unozoccolo duro italiano, fondamentale per vincere qui e all’estero»

E conclude, il nostro amministratore delegato: «La Champions è un torneo particolare, non basta essere forti, ma si deve arrivare agli appuntamenti decisivinelle migliori condizioni, di organico e infortuni, mentre il campionato, sulla lunga distanza, esprime in toto il valore di chi vince».

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.