11 dicembre 2016

Fiumicino, Olimpiadi, Calicchi. “Consegneremo un premio in consiglio a Lupo”

“La medaglia d’argento che Daniele Lupo, insieme a Paolo Nicolai, ha conquistato questa notte nella finale del Beach Volley alle Olimpiadi di Rio è un risultato straordinario e storico per il nostro Paese. Il campione di Fregene e il suo compagno di squadra hanno scritto una pagina importante dello sport italiano e in particolare di questa disciplina. Pertanto ritengo doveroso proporre il giovane olimpionico per consegnargli personalmente un premio a breve in Consiglio comunale. Dopo aver vinto il torneo dei Giochi del Mare che si è svolto a giugno per la prima volta a Fiumicino, Lupo è volato a Rio, quindi possiamo affermare che questa vittoria, oltre alla sua eccezionale bravura, gli ha portato un po’ di fortuna. L’organizzazione di tornei e gare sportive, che è un obiettivo di questa Amministrazione e mio personale, contribuisce senza dubbio al raggiungimento di risultati eccellenti per gli sportivi del territorio e, perché no, anche di prestigiose medaglie.
Tengo a ricordare che a breve aprirà il Pala Beach a Fiumicino, una struttura pubblica in convenzione con i privati, per le attività indoor tutto l’anno e dedicata al beach tennis, al beach volley e al foot volley. Fiumicino sarà l’unico Comune del Lazio ad avere una struttura del genere. A vincere gare importanti come quelle olimpioniche, e sono i fatti a dimostrarlo, sono i Paesi che più investono nello sport. Per questo è necessario che anche la Regione Lazio e il Comune di Fiumicino si impegnino al massimo per far sì che i sogni dei nostri atleti si concretizzino. Anche perché se la candidatura di Roma 2024 diventa reale il raggiungimento di importanti obiettivi per gli sportivi del nostro territorio possono diventare davvero concreti”. Lo dichiara l’assessore allo Sport Paolo Calicchio.

About Emanuele Bompadre 8297 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.