11 dicembre 2016

Magliano Sabina, arrestato un nigeriano per associazione a delinquere legata allo spaccio

Il personale della Squadra Mobile ha rintracciato ed arrestato, all’interno di un noto albergo ubicato nel comune di Magliano Sabina,   il cittadino nigeriano S.M.E, di anni 36, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP di Napoli a carico di 42 soggetti, sia italiani che extracomunitari, per i reati di associazione a delinquere e in materia di sostanze stupefacenti.

I fatti contestati sono risalenti agli anni 2013 e 2014 e fanno riferimento ad un nutrito gruppo di persone che, in associazione tra loro, avevano di fatto monopolizzato lo smercio di sostanze stupefacenti nella zona di S. Maria Capua a Vetere.

Le indagini, coordinate dalla D.D.N.A. di Napoli, erano culminate nel mese di gennaio 2016, con la cattura di 39 destinatari di provvedimenti restrittivi della libertà personale a cui era sfuggito il cittadino nigeriano il quale, nel frattempo, aveva lasciato il territorio nazionale rifugiandosi in Svizzera dove aveva contatto matrimonio con una sua connazionale.

S.M.E. tornato in Italia con la moglie, il 14 agosto u.s.,  ha soggiornato per qualche ora in un albergo di Magliano Sabina, circostanza che non è passata inosservata agli investigatori della Squadra Mobile i quali si sono immediatamente recati sul posto al fine di evitare che lo stesso facesse perdere di nuovo le sue tracce.

Durante la sua cattura è stata operata una perquisizione personale e locale che ha permesso di rinvenire sostanza stupefacente del tipo marijuana, sottoposta a sequestro e con la conseguente denuncia in stato di libertà del cittadino nigeriano.

S.M.E. è stato, pertanto, tratto in  arresto ed associato presso la Casa Circondariale Nuovo Complesso di Rieti, a disposizione dell’A.G. di Napoli.

About Emanuele Bompadre 8297 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.