5 dicembre 2016

Viaggiare per sport: il nuovo modo di fare turismo nella Marathons Map di Venere.com

 

Non solo un toccasana per il corpo e lo spirito, ma anche un incentivo al turismo di località che diversamente resterebbero inesplorate. Da oggi, comuni tradizionalmente considerati ‘minori’ come Egelsbach (Germania), Genovès (Spagna) o Salisbury (Regno Unito) saliranno all’attenzione di sportivi e appassionati di corsa di tutto il mondo grazie alla Marathons Map realizzata da Venere.com, una vera e propria mappa delle maratone in programma in Europa.

Come dimostrano le due più grandi manifestazioni sportive del 2016, gli Europei e le Olimpiadi, infatti, lo sport è una leva strategica per attirare turisti in una particolare area geografica, oltre che uno strumento importante per contribuire allo sviluppo di un territorio.

Secondo una recente ricerca condotta da AIGO e Pangaea Network, assieme ai Mondiali di calcio, il Moto GP, i tornei di Tennis, il golf e il sailing, fra gli eventi sportivi più ‘efficaci’ da questo punto di vista vi è anche l’atletica. E proprio a una delle specialità dell’atletica leggera, la maratona, è dedicata la Marathons Map di Venere.com, fruibile in 4 lingue (italiano, francese, spagnolo, inglese).

Selezionando periodo e Paese di interesse, gli appassionati maratoneti di tutta Europa hanno la possibilità di scoprire tutte le gare di running a cui è possibile partecipare nel Continente, da quelle più impegnative come l’Alpemarathon dello Zerbion (Valle d’Aosta) a quelle più suggestive come la Virgin London Marathon. Oltre a fornire informazioni dettagliate su ciascuna maratona, la mappa di Venere consente di individuare immediatamente gli hotel più vicini al luogo dell’evento sfruttando il motore di ricerca di sistemazioni alberghiere interno al sito Venere.com.

Non solo nomi di maratone e cartine geografiche. La Marathons Map di Venere contiene anche una vera e propria guida con i consigli da seguire prima, durante e dopo la partecipazione a una gara: quale allenamento seguire nelle 30 settimane precedenti l’evento, cosa mangiare, come prepararsi dal punto di vista mentale, quale abbigliamento indossare, quali accessori da corsa utilizzare, come prevenire i crampi e come gestire il recupero post-gara.

Il fatto che la corsa sia uno sport outdoor e possa – almeno in potenza – essere praticata da chiunque e in qualunque luogo è tutt’altro che sinonimo di improvvisazione e superficialità. La partecipazione a gare dalla lunga distanza, come appunto le maratone, richiedono infatti un allenamento specifico e complesso che coinvolge tutto il corpo, testa e stomaco compresi.

A ulteriore conferma del contributo che anche eventi ‘minori’ e meno pubblicizzati come le maratone possono dare allo sviluppo del turismo e dell’economia di un determinato territorio sono alcuni dati condivisi dal Budapest Sport Office relativamente all’affluenza di turisti in occasione delle tre più importanti competizioni di corsa che ogni anno si tengono nella capitale ungherese. Secondo lo studio, la Mezza Maratona Wizz Air, la SPAR Budapest Marathon e il Vivicittà di Telekom hanno attirato nel 2015 oltre 70mila appassionati di corsa, un dato in crescita del 22% rispetto all’anno precedente.