8 dicembre 2016

GP d’Austria, la conferenza stampa

Inizia il GP d’Austria e sul circuito di Spielberg va in scena la conferenza stampa che apre ufficialmente la prima prova dopo la pausa estiva. Il Campionato del Mondo MotoGP™ torna al Red Bull Ring dopo quasi due decenni di assenza, l’ultima volta che si corse qui era il 1997 e da allora la pista ha subito diversi lavori di ristrutturazione e modifiche, l’ultima in queste ore.

All’incontro con i media mondiali si presentano Marc Marquez, attuale leader iridato di Repsol Honda, Jorge Lorenzo, secondo in classifica e portacolori Movistar Yamaha con il rivale di scuderia Valentino Rossi che occupa il terzo posto in classifica generale. Poi Dani Pedrosa, pilota HRC e quarto in campionato con Andrea Dovizioso del team Ducati e, a chiudere la lista dei corridori a disposizione dei giornalisti, Cal Crutchlow, LCR Honda.

Marquez ha chiuso l’ultima gara in Germania con un consistente vantaggio in campionato che però, a otto gare dalla fine, non può dirsi concluso. Il pilota spagnolo parla per primo: “Sono pronto per la seconda parte di stagione e questo circuito è nuovo per tutti”, afferma. “Punteremo al podio e dovremo dare il massimo. Abbiamo girato qui con la moto stradale ma con la MotoGP™ è diverso”, prosegue. “Durante i test di luglio erano presenti su questa pista i piloti Honda del team Estrella Galicia 0,0 e ci potranno dare dei suggerimenti importanti soprattutto sull’elettronica”. Termina parlando della giornata di mercoledì alla scoperta della Stiria, la regione che ospita la pista. “Bella la giornata a Graz e qui in Austria ci sono molti fans del MotoGP™ e di Honda, anche per il nostro sponsor speriamo sia un fine settimana di soddisfazioni”.

Lorenzo, che nelle ultime gare è sembrato lontano dalla condizione migliore, affronta il decimo GP dell’anno con la voglia di riprendere la strada vincente e provare a difendere quell’iride per l’ultimo anno in sella alla M1: “È importante per me tornare forte”. Dice il pilota di Maiorca. “Credo che in molti saranno competitivi su questa pista. Lavorerò per tornare nelle migliori posizioni e mi sento bene”. Conclude parlando della recente modifica all’ultima curva. “Non si è potuto cambiare molto e il lavoro è stato fatto per migliorare la sicurezza anche per il futuro”.

Dopo l’ultimo GP la Yamaha è obbligata alla rincorsa dei rivali Honda e anche Rossi, che in Germania ha conquistato l’ottavo posto, deve voltar pagina proprio dal Red Bull Ring se vuole continuare a tenere alte le possibilità di vincere quel decimo titolo mondiale tanto atteso. Valentino è l’unico inoltre dei piloti del paddock ad aver già corso sul tracciato di Zeltweg nel 1996 nel 1997 in sella all’ Aprilia 125cc. “Da domani inizia una fase fondamentale per la stagione”. Commenta Rossi, “Qui abbiamo fatto i test meno di un mese fa e ho trovato la pista come quando ci corsi nel passato. Una tracciato dal buon grip anche se un po’ diverso, sarà una gara particolare”. Commenta la sua posizione in campionato e ricorda le gare passate sull’allora A1-Ring. “La distanza dalla vetta è tanta ma sono concentrato per essere competitivo e prendere il maggior numero possibile di punti nella seconda parte della stagione”, termina. “Il ricordo delle gare passate è bello, battaglie importanti per il podio, forse la più emozionate quella del ’97 nella quale sono arrivato secondo per pochissimo”.

Saldo al quarto posto ma ancora in attesa della grande prestazione Dani Pedrosa che parla dell’appuntamento austriaco: “La pista è divisa in due parti una più fluida e l’altra più a staccate e ripartenze”, dice il numero 26 “Dovremo dare il massimo usando anche quello capito durante i precedenti test con moto diverse, la chiave sarà la potenza e la velocità massima affrontando al meglio la seconda parte di tracciato”.

Dovizioso punta a sfruttare la potenza della sua DesmosediciGP su una pista dove la velocità di punta può fare la differenza, “Il circuito adatto alla nostra moto, nei test tutte le Ducati sono state veloci”. Dice il forlivese. “La grande differenza sarà data dalle gomme, per questa gara diverse dai test di luglio. Dovremo capire come si comporteranno. La cosa più importante sarà essere veloci dall’inizio e ottenere il massimo dalle mescole a nostra disposizione”.

Dopo un inizio di stagione contrassegnato dalle cadute Crutchlow sembra abbia trovata la strada del buon risultato raggiungendo il secondo posto al Sachsenring. “Una settimana fa ho avuto il mio primo figlio, una delle migliori esperienze della mia vita. Per quanto riguarda il Gran Premio credo che Honda stia facendo un ottimo lavoro e migliori ogni settimana. Sarà una prova difficiole questa ma lavoreremo molto, soprattutto sull’elettronica”.

Dopo la conferenza stampa, protagonisti i 24 piloti che nel fine settimana parteciperanno alla Red Bull Rokies Cup. Il prossimo GP a Brno sarà il 400esimo della nuova era del MotoGP™ e in questo 2016 si celebrano i 25 anni di collaborazione tra FIM, IRTA, MSMA e Dorna. Ogni giovane talento aveva con se un palloncino sul quale erano riportati i nomi dei vincitori dal 1992.

Da venerdì la parola passerà alla pista con le prime prove libere del GP d’Austria. Aprirà la Moto3™ alle 9:00 locali.

Fonte: motogp.com

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.