ScheggiAcustica al gran finale: tutta l’energia di New York a Frontone

ScheggiAcustica 2016 continua a incantare Umbria e Marche grazie al personale “viaggio” nelle musiche del mondo che Roberto Zanisi, il “Bradipo Tridattilo”, ha fatto compiere agli spettatori all’Abbazia di Sant’Emiliano, immersa nel Parco del Monte Cucco. Oggi (martedì) l’appuntamento è doppio: a Scheggia, immergendosi nell’acustica perfetta della Badia di Sitria, dalle 17 alle 18 Silvia Sferch invita a un “Bagno sonoro” con le sue campane tibetane armoniche, incontro rilassante e meditativo con suoni e vibrazioni (consigliati tappetini o stuoini e se necessaria una copertina). Alle 21.30 si raggiunge Sassoferrato per il concerto gratuito alla Chiesa di San Francesco, nella parte più antica della città, dove il chitarrista Valerio Scrignoli reinterpreta il celebre musical Jesus Christ Superstar. Domani mercoledì 10 agosto la settima edizione di ScheggiAcustica, organizzata da Tuttisuoni in partnership con Musicamorfosi e in collaborazione con Fondazione Carisp, Camera di Commercio di Perugia e i Comuni coinvolti, dopo Cagli e Cantiano ritorna nella provincia di Pesaro e Urbino per un finale a tutta energia al Castello della Porta di Frontone. Alle 21.30 ecco i travolgenti newyorchesi The Rad Trads. La straordinaria band statunitense, composta da sei giovani elementi e già regolare protagonista nei locali più noti della metropoli (Blue Note compreso), è impegnata nel tour mondiale dopo l’uscita dell’ultimo album: energia pura tra rock, blues, swing e jazz.

Ieri. Intanto, alla presenza anche del sindaco di Scheggia e Pascelupo Fabio Vergari, all’Abbazia di Sant’Emiliano, che in tre anni ha superato le 11mila visite grazie all’impegno di Alessandro Simonelli, lunedì è andato in scena il “Bradipo Tridattilo”: “Perché questo nome? – ha dialogato con il pubblico Roberto Zanisi – Perché sono lento, mi piace preparare le cose con calma e poi… zac! staccare la foglia e mangiarla; e per suonare utilizzo tre unghie soltanto… insomma, proprio come un bradipo”. Il musicista milanese ha incantato, incuriosito e a tratti divertito con un mix tutto da “viaggiare” percorso con strumenti a corda come il cumbus turco e il bouzouki greco toccando le variegate “sponde” musicali del Mediterraneo, ma anche degli Stati Uniti, del Sud America fino addirittura alla Cambogia. Toccante l’annuncio del suo “tumultuoso” e serrato brano che racconta Istanbul, città a cui Zanisi è molto legato: “In questo particolare momento storico lo dedico a tutta la Turchia”, ha introdotto con voce rotta dalle quasi lacrime dagli occhi. Avvalendosi anche di effetti, molto particolareggiate le rivisitazioni di pezzi dei chitarristi di una vita, come Bill Frisell (“Rambler”), John Fahey (“Red Pony”) e Ralph Towner (“Caminata”), o il fado ispirato da Carlos Paredes, il più grande chitarrista portoghese. Sempre attento il pubblico di ScheggiAcustica, che non si è lasciato sfuggire la citazione alla colonna sonora del telefilm “Attenti a quei due” che l’artista aveva proposto “come fosse un quiz”. Chiusura con fuori-programma preparato nel pomeriggio con il collega Valerio Scrignoli ed emozionante bis ritornando dal “viaggio” in Italia, e in particolare nel Meridione, attraverso un brano dedicato alle processioni, caratterizzato da una chiusura da brividi nel silenzio dell’imponente abbazia, dove le sonorità di Zanisi si sono perfettamente incastonate racchiudendo un mondo di musiche in uno dei Luoghi da Ascoltare per eccellenza di ScheggiAcustica e del Parco del Monte Cucco.

I concerti di ScheggiAcustica 2016 sono gratuiti, con l’eccezione di The Rad Trads al Castello (5 euro), Nella sezione “Biglietti” di www.scheggiacustica.it è possibile acquistare i ticket con carta di credito, postepay o conto paypal. I diritti di prevendita non sono stati applicati dall’organizzatore. Il prezzo per biglietto resta quindi di 5 euro. Link diretto: http://www.scheggiacustica.it/biglietti-scheggiacustica/ .

loading...
loading...