11 dicembre 2016

Gal, Taburno e Fortore uniscono le forze in vista del PSR

Il Gal Taburno e il Gal Fortore si uniscono per rendere più competitivi i rispettivi territori in vista della nuova programmazione del Piano di Sviluppo Rurale della regione Campania. A fare sintesi in direzione di un autentico modello di sviluppo partecipativo è la nuova Associazione Temporanea di Imprese (ATI) guidata dal Gal Taburno. Con un comprensorio di più di 50 comuni con aree di eccellenza come le valli Caudina, Telesina e Vitulanese, le colline beneventane e le terre fortorine, la neonata ATI si candida a essere un esempio concreto di attrazione di fondi e opportunità di sviluppo. “Sono molto soddisfatto – dichiara Mario Grasso, presidente del Gal Taburno e, come tale, neo presidente dell’Ati – percorso fin qui realizzato per arrivare a questo traguardo per nulla scontato. E’ finalmente emersa nella provincia sannita la volontà di creare reddito e nuovi posti di lavoro rafforzando le economie locali in una prospettiva di condivisione e non di autoreferenzialità. Sono stati messi da parte i campanili a vantaggio del benessere di comunità più estese”.

La fase preparatoria alla costituzione dell’Ati tra i due Gal ha visto impegnate tutte le comunità locali tanto che in moltissimi comuni i sindaci hanno aperto i consigli comunali insieme ai presidenti dei Gal in modo da discutere e condividere pubblicamente modi e termini della scelta. “A tal proposito è opportuno e utile sottolineare – aggiunge Francesco Sossi, presidente del Gal Fortore – come siano state le stesse organizzazioni di categoria fin dal primo momento a creare le condizioni affinché tutti gli attori locali potessero partecipare alla scelta di uno strumento fondamentale per lo sviluppo delle aree interne”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5996 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.