8 dicembre 2016

Pokemon Go e compagnia: i giochi dell’estate 2016

 

Non più cittadini, ma allenatori di pokemon. Il sogno di milioni di bambini del primo decennio del terzo millennio si è avverato grazie alla nuova trovata di Nintendo, che ha escogitato il modo per portare nella vita dei giocatori un sogno mai realizzato. Almeno fino a qualche mese fa. Ma è davvero soltanto Pokemon Go il gioco dell’estate? Forse, ma non così nettamente. La concorrenza per lo meno è serrata.

Certo è che Nintendo ha fatto un colpo grosso. In un mercato segnato dalla difficoltà nell’ideare un prodotto innovativo in forma e contenuti, l’azienda nipponica si è concentrata sulla resa realistica della forma di un contenuto amato alla follia. Il risultato è una massa di bambini, adolescenti, ragazzi e anche adulti per strada con il loro Smartphone alla ricerca di Pokeball, palestre in cui esercitare il proprio potere e Pokemon rari. Questa volta il settore del divertimento ha sfondato, abbattendo un’altra barriera della fantasia per portarla nella vita di piccoli (e grandi) sognatori.

Più o meno lo stesso obiettivo è stato il motore che ha spinto i ricercatori delle aziende di gambling, come il team di 32Red, a perfezionare il loro prodotto sugli smartphone. Con il miglioramento di grafica e funzioni sui dispositivi mobili, il gioco d’azzardo a portata di mano è destinato a diventare (in parte lo è già) un altro tormentone estivo. Il successo dei mini-casinò dura da anni, con una crescita inarrestabile e percentuali accompagnate sempre da un segno positivo. In più lo smartphone può offrire un’ampia gamma di slot machine online, contando sulla tecnologia “html5” per evitare di scaricare un software e appesantire la memoria. Tante macchinette virtuali create a misura del giocatore, per permettergli di portare a compimento ogni suo desiderio riguardo a tema e modalità di gioco. In parte quanto fatto dalla Nintendo per Pokemon Go. E soltanto un settore come il gioco d’azzardo può provare ad avvicinare una serie cult come i Pokemon.

Per conquistare l’estate si può anche decidere di lanciare prodotti che ricalcano il successo di altri giochi passati. Il caso più eclatante è Clash Royale, sviluppato dagli stessi ideatori di Clash of Clans, al top dei download negli anni passati. Lo svolgimento del gioco prevede l’utilizzo di carte da piazzare sul terreno, in una sfida contro un avversario per distruggere la sua torre del re o in alternativa conquistare più punti. Le carte in questione possono valere come diversi interpreti della battaglia (arcieri, streghe, barbari…), e vengono acquistate tramite il mana, recuperato automaticamente dopo un determinato lasso di tempo. Il tema dell’attacco caratteristico di Clash of Clans viene recuperato e superato da Clash Royale, che gli preferisce il duello. Una scelta vincente, tanto da permettere ai giocatori di affrontare avversari online e non le protezioni del villaggio, stravolgendo il sistema strategico. Innegabile comunque che i creatori abbiano voluto dare continuità al progetto precedente, forti di un riscontro di pubblico notevole.

Di minore impatto è stato invece il lancio di Candy Crush Soda Saga, proseguimento di Candy Crush Saga. I cambiamenti sono solo a livello stilistico e grafico, mentre il gioco viene proseguito nella stessa maniera. Gli affezionati del passatempo rimangono soddisfatti e vi si dedicheranno per tutta l’estate, ma coloro che speravano in qualche novità in più sono rimasti delusi. Per loro ci sarà più tempo per cercare Pokemon, giocare alle slot machine o attaccare le torri nemiche.