8 dicembre 2016

Fiumicino, Pavinato: “Primo importante risultato dell’amministrazione sull’Iresa”

Finalmente la Regione Lazio con determinazione G04853 su Proposta n.4668 del 05/04/2016 trasferisce al Comune di Fiumicino 870.000 euro, in quanto Comune ospitante l’Aeroporto internazionale L.Da Vinci, dovuti come IRESA ( Imposta Regionale Emissione Sonore Aeromobili ).

È un primo, parzialissimo risultato, rispetto al volume complessivo annuo di centinaia di migliaia di voli, causa esclusiva dei danni ambientali che quotidianamente i cittadini e le abitazioni degli abitanti del Comune che vivono sotto e intorno ai coni di volo sono costretti a subire.

E’ frutto di una caparbia, costante azione dell’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Montino, dell’Assessore al Bilancio (ora alla Cultura) e ai Trasporti Arcangela Galluzzo e dell’azione di governo dei consiglieri di maggioranza che hanno promosso, incontrato e definito un protocollo in applicazione delle norme attuali regionali con l’Assessora al Bilancio della Regione Lazio.

Questa Amministrazione si è fatta interprete delle istanze dei cittadini, ma anche di tutti quei comitati – in primis il Comitato Fuoripista – ma anche la Consulta, che dal lontano 2000 anno della promulgazione della legge sull’IRESA hanno promosso iniziative, incontri, ricorsi, azioni significative.

Un risultato che, lo ripeto, è ancora molto parziale dato che la percentuale prevista dalla legge è estremamente bassa se paragonata al volume totale dei voli e al danno conseguente ambientale, visto che dovremmo parlare di milioni di euro, risultato che si ottiene con un calcolo di diverse annualità pregresse e correnti che l’Amministrazione di Fiumicino rivendica e sui quali attiverà tutte le iniziative necessarie formali, legali, pubbliche con la partecipazione e il contributo di tutti i cittadini, organizzati e non.

About Emanuele Bompadre 8266 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.