6 dicembre 2016

Canale Monterano, approvato finalmente il Bilancio

Con il Consiglio Comunale del 26 luglio scorso il Comune di Canale Monterano ha finalmente un Bilancio approvato. Sembrerebbe ordinaria amministrazione, se non fosse che il Bilancio di Previsione sarebbe dovuto essere approvato ad aprile, se non fosse che a giugno la Cassa del Comune era in profondo rosso (-304.000 euro), se non fosse che per tre mesi il Comune di Canale Monterano è stato costretto alla gestione provvisoria (art. 163, comma 2 del Nuovo T.U.), ovvero a quella gestione in cui non è consentita nessuna spesa se non per somma urgenza e, in ultimo, se non fosse che gli uffici comunali a maggio denunciavano un buco di Bilancio a sei cifre. Ecco che cosa veniva scritto dal responsabile del servizio: “Successivamente al Consiglio del 29 aprile, preso atto delle scelte operate dall’ex Amministrazione congiuntamente con gli altri uffici si è presentata una nuova ipotesi di Bilancio che presenta uno squilibrio di 240.816,15 euro.”

L’attuale Amministrazione, insediatasi a giugno, ha dovuto subito affrontare il problema, ma ridurre le spese in un sol colpo di oltre 120.000 euro con tagli e risparmi per far quadrare i conti non è stato un gioco facile.

Il Vicesindaco Stefano Ciferri spiega la manovra fatta: “La quadratura del Bilancio 2016 ha riguardato essenzialmente la ricerca di copertura dei seguenti ambiti di spesa dell’Ente (quasi tutti di parte corrente):

  1. spese RIPETIBILI, ovvero spese fisse di funzionamento (oltre 350 capitoli di uscite);
  2. SPESE NON RIPETIBILI, ovvero spese “una tantum” che si è scelto di coprire e quindi di onorare nell’anno corrente anche se potenzialmente rinviabili;
  3. SPESE VINCOLATE;
  4. SPESE NON COPERTE DA TARI, ovvero l’ammontare dello squilibrio economico-contabile evidenziato il 27 aprile 2016 dagli Uffici comunali;
  5. FONDO CREDITI DI DUBBIA ESIGIBILITA’ (FCDE) ovvero il fondo di garanzia per i mancati incassi, che è stato incrementato per euro 30.000 al fine di raggiungere la soglia di Accantonamento minima di legge fissato per il 2016 (55% dell’accantonamento);

La copertura di tali spese e quindi la quadratura del Bilancio 2016 è stata ottenuta con:

  • Applicazione dell’Avanzo per un ammontare complessivo di euro 124.370;
  • Iscrizione in Bilancio della Entrata IMU aggiornata;
  • Recupero dell’evasione IMU anno 2013-2015.
  • Risparmi e tagli su diverse voci di spesa, come già anticipato.”

“Il lavoro sulla salute delle nostre finanze comunali – aggiunge Ciferri – è solo iniziato. Gli effetti della mala gestione degli anni passati si sentiranno anche sul 2017. Per questo siamo all’opera in vista anche del rispetto del nuovo vincolo di saldo positivo di cassa, che la normativa ha imposto dal 2016.”

“Come Amministrazione – conclude il Sindaco Alessandro Bettarelli – vogliamo ringraziare gli Uffici per lo straordinario lavoro fatto. Abbiamo tagliato laddove potevamo farlo. Dalle spese per un responsabile esterno per l’Urbanistica comunale, alla riduzione del costo del Segretario Comunale, che sarà d’ora in poi di una fascia adeguata al nostro Comune, operando tagli trasversali su tutti i settori escluso il Sociale. I prossimi mesi saranno caratterizzati da una capacità di spesa del Comune molto limitata, ma siamo convinti che i cittadini capiranno lo sforzo compiuto.”

About Ruggero Terlizzi 2872 Articoli
Ruggero Terlizzi è il classico nerd, tecnologia, fumetti, videogames, serie tv e tutto quello che è classificabile nella categoria. È un ottimo disegnatore e ha sempre a portata di mano un taccuino dove fare qualche schizzo. Appassionato anche di auto ha tenuto la rubrica motori su Il Tabloid Motori e da settembre gestisce la rubrica Tech su Il Tabloid.it