10 dicembre 2016

Magliona rilancia la sfida dalla 54° Svolte di Popoli

Omar Magliona rientra dalla 54^ Svolte di Popoli con un importante terzo posto assoluto e secondo di categoria E2Sc al volante della Norma M20 Fc Zytek. Nel settimo round del Campionato Italiano Velocità Montagna disputato nel fine settimana in Abruzzo il “sardo volante” della scuderia CST Sport ha dapprima scalato la classifica con il secondo posto in gara-1, dove ha ottimamente interpretato le insidiose condizioni di asfalto umido, e ha poi conquistato la terza piazza in gara-2, dove ha ottenuto un crono migliore ma ha pure sofferto di qualche capriccio in scalata al cambio al volante. La biposto francese preparata dal Team Faggioli e gommata Pirelli ha risposto a dovere dopo l’intenso lavoro sul setup svolto da squadra e pilota. Il sei volte tricolore CN si è finalmente ritrovato a suo agio alla guida anche grazie alle ultime modifiche apportate dal team, che ha lavorato efficacemente su alcuni particolari in abitacolo. Il crono totale fatto registrare da Omar sui tecnici e impegnativi 7530 metri che gli ha permesso di salire sul podio è stato di 6’16″24 (3’10″88 in gara-1 e 3’05″36 in gara-2).
Magliona commenta con il sorriso l’esito della trasferta pescarese: “Popoli è sempre una gara bella e intensa. Siamo felici per quello che siamo riusciti a dimostrare qui perché finalmente abbiamo intrapreso la strada giusta per adattare al meglio il prototipo, sul quale quest’anno sono all’esordio praticamente in ogni gara, al mio stile di guida. Il team ha svolto un ottimo lavoro e questo dà fiducia per i prossimi impegni. Malgrado i capricci del cambio nella seconda gara, avevamo capito che avremmo potuto essere della partita fin dalle prove, quindi va bene così e il risultato e i punti tricolori conquistati ci soddisfano. Ora possiamo continuare a lavorare con maggiore serenità”.

About Emanuele Bompadre 8294 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.