9 dicembre 2016

Legittima difesa, IDV: “Barbieri vittima, non sul banco degli imputati”

“E’ inaccettabile che una vittima di furto si trovi al banco degli imputati”. E’ quanto dichiara Ignazio Messina, segretario nazionale dell’idv che commenta l’inizio del processo di Giuliano Barbieri, il commerciante formiginese che sparò al ladro. “Si ravvisa ormai una necessità impellente di intervenire sulla legge sulla legittima difesa, una ‘battaglia di civiltà giuridica’ che noi stiamo portando avanti chiedendo ai cittadini di tutto il Paese di sottoscrivere la nostra proposta di legge popolare, già depositata in Cassazione, che vuole proprio rinforzare l’inviolabilità del domicilio. Nel nostro testo chiediamo anche si elimini la beffarda circostanza, prevista dalla legge vigente, che vede l’aggredito ulteriormente penalizzato dal dover eventualmente versare un risarcimento ai delinquenti. I cittadini devono potersi difendere quando subiscono aggressioni, o quando ad essere aggrediti sono i propri cari o i propri beni, all’interno del proprio domicilio. Vogliamo difendere gli onesti- conclude Messina- favorire la certezza della pena, mandare in galera i delinquenti”.