10 dicembre 2016

XV° Municipio, Torquati: “M5S in consiglio vota contro l’incremento fondi per il sociale”

Oggi, nel corso della seduta di Consiglio del Municipio XV, la maggioranza a 5 stelle ha votato contro la nostra proposta di risoluzione che aveva come oggetto la richiesta di assestamento di bilancio e l’incremento dei fondi di bilancio destinati al Sociale, mettendo di fatto a rischio la continuità dei servizi sociali essenziali sul nostro territorio sino a fine anno”. Così annuncia Daniele Torquati, Capogruppo PD in Municipio XV.
Quello che vogliamo esprimere è innanzitutto il nostro sconcerto per la bocciatura di un atto che rappresenta una priorità, quella del Sociale, da cui ogni buona amministrazione deve partire per definirsi virtuosa e attenta ai bisogni dei cittadini. In più non nascondiamo la nostra sincera preoccupazione sullo stato in cui versano i servizi sociali e sulle modalità con cui la maggioranza intende assicurarne la continuità.
Ci teniamo a ricordare alla maggioranza che tre anni fa, quando iniziammo la nostra esperienza di governo, la prima emergenza che risolvemmo fu il buco di oltre tre milioni e settecentomila euro sui servizi sociali essenziali, ereditato della precedente amministrazione. Da allora, nonostante l’esiguità delle risorse a disposizione del Municipio, abbiamo garantito ogni anno i servizi essenziali, provvedendo a incrementare le attività. In più, avendo ravvisato una grave carenza dui risorse, abbiamo votato favorevolmente in consiglio la richiesta di incremento dei fondi per il Sociale, proprio per assicurare i servizi essenziali sino a dicembre 2016.
Ora siamo sorpresi e sconcertati nel constatare che, mentre il Movimento 5 Stelle in aula boccia la nostra proposta e, di fatto, non solo non riconosce l’impegno della precedente amministrazione sul versante del Sociale ma vota anche contro l’assestamento di bilancio, nello stesso tempo dichiara pubblicamente sui social network che sussiste un ammanco dei fondi per i servizi sociali, ammanco che peraltro non ha modo di esistere senza l’assestamento di bilancio, strumento che, vorremmo rendere noto al M5S, è previsto per legge e che serve appunto ad assestare un bilancio dopo mesi di lavoro.
Non vogliamo a questo punto pensare che la volontà della maggioranza sia quella di andare contro l’opposizione di centrosinistra a prescindere dalla proposte presentate, perché non possiamo permettere che sui servizi sociali e alla persona pesino contrasti o diatribe politiche di alcun tipo.
Incommentabile infine l’astensione compatta dell’opposizione di centrodestra. Almeno su una cosa si ritrovano d’accordo: lasciare scoperti i servizi sociali, come già fatto tre anni fa.”
About Samantha Lombardi 4035 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it