3 dicembre 2016

Rieti, aveva sovrapposto le targhe sulla sua auto: scoperto dalla Polizia di Stato

 

Nelle prime ore odierne, nel corso dei servizi di vigilanza e prevenzione predisposti in ambito autostradale, una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino  notava il transito  di un autocarro  con il solo conducente a bordo che da una prima occhiata appariva come persona conosciuta gli operatori  dedita al furto di mezzi pesanti.

Prontamente gli  agenti  si portavano all’inseguimento ed al km.674 raggiunto il mezzo intimavano l’Alt al conducente che si fermava  nella adiacente piazzola di sosta.

Effettivamente l’uomo, un settantenne nato a Milano ma residente in provincia di Pavia, era la persona riconosciuta  ed al  controllo del mezzo si notava la   manomissione del blocco di accensione nel quale era stato  inserito uno spadino di circa 10 cm.

Poiché nella banca dati la targa del mezzo non risultava da ricercare quale provento di furto ed anche sulla considerazione che, nonostante la targa di recente immatricolazione, il mezzo per lo stato d’uso non appariva del tutto nuovo, si procedeva ad un più minuzioso controllo sulle targhe e sul telaio.

Infatti sulle targhe originali corrispondenti al numero di telaio vi erano state applicate le targhe esposte,  ma nonostante tutto il mezzo non risultava rubato.

Il legale rappresentante della Ditta intestataria del mezzo contattato riferiva che lo stesso era stato parcheggiato qualche giorno fa in una area di cantiere in provincia di Bergamo per cui avrebbe immediatamente sporto denuncia.

Il responsabile veniva   denunciato  a piede libero per ricettazione  e gli attrezzi atti allo scasso rinvenuti sull’autocarro posti sotto sequestro.

About Emanuele Bompadre 8218 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.