7 dicembre 2016

Roma, faceva prostituire la figlia 13enne: in manette una donna cubana

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP presso il Tribunale di Roma, Dott. Nicola Di Grazia, su richiesta del Sostituto Procuratore Dott.ssa Silvia Santucci della Procura della Repubblica di Roma, nei confronti di una trentaseienne cittadina cubana, ritenuta responsabile dello sfruttamento della prostituzione esercitata dalla figlia tredicenne.

Il provvedimento restrittivo si basa sulle risultanze investigative acquisite dai citati Carabinieri, con la collaborazione di quelli della Compagnia di Roma Piazza Dante, dalle quali è emerso che l’arrestata, a partire dal luglio 2015, offriva prestazioni sessuali della figlia, poco più che bambina, ad un cospicuo numero di soggetti disposti a ricompensare la madre della minore con regalie di vario genere, consistenti prevalentemente in telefonini, tablet o serate in discoteca.

I Carabinieri di via in Selci hanno, al momento, identificato due cittadini italiani che hanno approfittato della giovane vittima, segnalandoli all’Autorità Giudiziaria per il reato di atti sessuali con minorenne.

Sono comunque in corso ulteriori approfondimenti investigativi volti ad accertare l’identità di tutti gli adulti che, nel tempo, hanno concordato con l’arrestata incontri sessuali con la tredicenne.

About Emanuele Bompadre 8266 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.