Gaeta, ritorno al passato tra le mura del Castello Angioino-Aragonese

 

Giovedì 21 luglio 2016 torna “Ti Mando a Gaeta”, apertura teatralizzata del Castello Angioino – Aragonese, ex carcere militare, patrocinata dal comune di Gaeta. L’Associazione “I Tesori dell’Arte”, grazie alla disponibilità dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale, apre al pubblico il Castello che è stato protagonista di mezzo millennio di storia Gaetana.

Il Castello Angioino – Angioino, è ben collocato nell’immaginario collettivo quale carcere militare. Vi furono infatti rinchiusi i graduati italiani, insieme con i famigerati nazisti Herbert Kappler e Walter Reder.

L’iniziativa prevede un vero e proprio viaggio tra le mura dell’ex carcere accompagnati dai monologhi di Maurizio Rata e  Giovanni Muto. Due le visite programmate per la giornata del 21 luglio, alle ore 16 e alle ore 127.15. Lungo il percorso si incontreranno alcuni  personaggi storici tra cui Federico II di Svevia, Alfonso d’Aragona, Francesco II di Borbone e la moglie Maria Sofia. Non mancherà l’occasione di parlare degli ultimi ospiti del Castello, ovvero i testimoni di Geova. Ti mando a Gaeta ..un evento teatrale che diventa  lezione di storia per gli appassionati del Meridione d’Italia.

Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare il 389.8256341 (anche tramite Whatsapp).
Prenotazione obbligatoria ai numeri
Associazione Tesori dell’Arte
cell. 389.8256341 e 389.6328282
tel. 0771286217

Pro Loco Gaeta
cell. 320.0380413

 

I video del giorno

Informazioni su Giovanni Soldato 3181 Articoli
Giovanni Soldato, specialista della fotografia.... secondo lui, ottima penna sia in ambito sportivo ma soprattutto nell'ambito dei motori. Nato a Barberino del Mugello appena ha tempo mette le due ruote in pista. Collaboratore de Il Tabloid cura la provincia di Latina, le notizie nazionali e dall'estero.