11 dicembre 2016

Come scegliere il pc portatile per studiare

 

La scuola è appena conclusa, così come le lezioni universitarie, andate oramai in soffitta da un bel po’ di settimane. Eppure, una volta trascorsa l’estate, l’obbligo sarà quello di tornare dietro ai banchi e di proseguire la propria carriera didattica, fino all’ottenimento del diploma, della laurea o di un master: il che significa ritornare ad accatastare appunti su appunti, che dovranno poi essere resi più leggibili, riscritti e studiati come si deve. Ma come rendere più agevole questa operazione? Da questo punto di vista, i laptop rappresentano una scelta oramai particolarmente consigliata per gli studenti: sono agili, sono leggeri ed in grado di garantire uno studio all’università o a scuola decisamente più efficace. Vediamo dunque i consigli per scegliere il pc portatile per studiare.

Puntate la qualità, ma senza eccedere col prezzo

Un tempo i portatili erano spesso inavvicinabili per via dei prezzi: oggi questo non è più un problema, anche se avete deciso di puntare un laptop di qualità. Il consiglio, in ogni caso, è di acquistare un portatile che abbia comunque un prezzo che si aggiri intorno ai 350-400 euro: alzare la posta, a meno che non abbiate esigenze particolari (come ad esempio l’utilizzo di software di video-montaggio per un corso di film-making), potrebbe rivelarsi una spesa superflua. Inoltre, per aumentare la convenienza d’acquisto potreste rivolgervi al web, visitando e-commerce come Monclick.it, che offre numerose offerte per portatili durante il corso dell’anno e non solo nel periodo dei saldi.
Attenzione al peso e alle dimensioni dello schermo

Spesso gli studenti preferirebbero acquistare portatili con schermi grandi, ma andare all’università o a scuola con questi laptop significa generalmente portarsi dietro un peso non indifferente. Il consiglio, dunque, è di acquistare un portatile che sia dotato di uno schermo di 11-14 pollici: parliamo di laptop molto leggeri ed estremamente maneggevoli, che vi permetteranno di sfruttare un pc portatile che non supererà mai gli 1,8 chili. Un esempio? Il Lenovo Notebook 300.

Qualità e quantità con gli ultrabook

Se desiderate spendere una cifra leggermente superiore per poter acquistare un notebook utile sia a scuola sia a casa, allora gli ultrabook come l’HP Elitebook sono quello che fa per voi. In questo modo potrete contare su una memoria RAM che vi consentirà anche di utilizzare software molto complessi, senza per questo rinunciare alla compattezza e alla leggerezza del device, così da poterlo portare a scuola senza appesantirvi troppo.

Studenti all’avanguardia con i portatili ibridi

L’ultimo consiglio della nostra guida va a toccare un aspetto molto recente del mondo dei laptop: i notebook ibridi che, all’occorrenza, possono essere trasformati in tablet rimuovendo la tastiera. Se siete alla ricerca della soluzione camaleontica per eccellenza, i portatili convertibili come il Notebook HP Pavilion x2 10-n002nl sono la scelta perfetta. Per farvi capire la comodità, potreste utilizzarli anche quando vi recate all’università e non trovate un posto a sedere: l’ideale, dunque, per gli studenti che non riescono mai ad arrivare puntuali a lezione.