10 dicembre 2016

Andrea Dovizioso, terzo al Sachsenring

Terzo posto per Andrea Dovizioso nel GP di Germania, che si è disputato oggi sul circuito del Sachsenring. Il suo compagno di squadra Andrea Iannone ha invece concluso la sua gara al quinto posto.
Il GP è iniziato dopo una abbondante pioggia e tutti i piloti sono partiti con gomme rain a causa dell’asfalto bagnato. Al via Dovizioso è scattato molto bene ed è passato al comando nel corso del terzo giro, ma è stato superato successivamente da Danilo Petrucci e si è accodato al pilota ternano del team Pramac fino al decimo passaggio. Dopo la scivolata che ha posto fine alla bella gara di Petrucci, Dovizioso ha ripreso il comando seguito da Rossi, ed è rimasto in testa fino al ventiduesimo giro. Al passaggio successivo tutti i piloti del gruppo di testa sono entrati ai box per cambiare moto, visto che l’asfalto nel frattempo si stava asciugando, e il pilota romagnolo è rientrato in pista con pneumatico posteriore slick ed anteriore intermedio, e si è trovato dietro a Redding. Dovizioso è stato poi passato da Crutchlow ma durante l’ultimo giro è riuscito a superare il pilota inglese del team Pramac e a chiudere la gara al terzo posto.
Gara in rimonta per Andrea Iannone, che partiva dalla terza fila come il suo compagno di squadra. Il pilota abruzzese, transitato sul traguardo del primo giro in settima posizione, ha deciso poi di rientrare ai box per cambiare moto alla fine del tredicesimo passaggio, mentre era ottavo. Rientrato in pista con gomme intermedie, Iannone è riuscito a risalire giro dopo giro dalle retrovie, ed ha tagliato il traguardo in quinta posizione.
Andrea Dovizioso (Ducati Team #04) – 3°
“Sono riuscito a partire molto bene e a far subito parte del gruppo che si alternava al comando. Dopo la caduta di Petrucci ho conquistato nuovamente la testa ed ero concentrato a girare il più forte possibile senza consumare la gomma anteriore, cercando di non essere brusco in inserimento di curva e raddrizzando la moto in uscita il prima possibile. La pista stava iniziando ad asciugarsi, ma io sono rimasto concentrato sulle gomme e per questo ho perso il momento migliore per rientrare e cambiare moto. Probabilmente entrando almeno due giri prima ci saremmo potuti giocare la vittoria. Però guardiamo al lato positivo di oggi: siamo al Sachsenring, su una pista in cui non siamo mai andati bene, e oggi siamo stati in testa per molti giri. Alla fine andiamo a casa con un podio meritato, che voglio dedicare alla mia squadra che lavora davvero sodo”.
Andrea Iannone (Ducati Team #29) – 5°
“Oggi è stata una gara molto complicata. All’inizio stavo girando come i primi, ma avevo comunque dei problemi in accelerazione, e dovendo recuperare in curva quello che perdevo in rettilineo ho iniziato a avvertire qualche problema sull’anteriore. In molte curve lo sterzo tendeva a chiudere e mi sono reso conto che stavo prendendo troppi rischi, per cui ho deciso di rallentare il mio ritmo per cercare di tenere la situazione sotto controllo. A quel punto ho deciso di anticipare il cambio moto e abbiamo avuto qualche problema, ma sono cose che possono succedere con la concitazione, e probabilmente i miei ragazzi non si aspettavano che rientrassi così presto. Quando sono rientrato in pista l’asfalto era ancora molto bagnato e ho cercato di limitare i danni non facendo errori. Alla fine ho portato a casa un quinto posto e dei punti preziosi per il campionato, riuscendo a recuperare su chi ci precede in classifica e questo è importante.”
Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5993 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.