7 dicembre 2016

Sachsenring, MotoGp: report qualifiche Aprilia

Un sabato di sole ha finalmente permesso a Stefan Bradl e Alvaro Bautista di lavorare con costanza allo sviluppo delle Aprilia RS-GP sia in ottica qualifica sia, soprattutto, in previsione della gara di domani, quando il probabile decadimento delle gomme richiederà una attenta gestione del passo gara.

In particolare nella FP3 entrambi i portacolori dell’Aprilia Racing team Gresini hanno nettamente migliorato le loro prestazioni rispetto ai turni del venerdì. Nella giornata di oggi ha anche esordito sulle Aprilia RS-GP un nuovo forcellone la cui efficacia verrà ora valutata dai piloti e dalle rispettive squadre per deciderne un possibile utilizzo in corsa.

Nella sessione di qualifica Q1 Stefan Bradl ha chiuso al settimo posto in 1’22,493, prestazione che gli vale la diciassettesima casella di partenza in sesta fila. Bautista, dopo aver dimostrato un bel potenziale nei primi due settori del tortuoso circuito sassone, segnalandosi più volte tra i migliori parziali, ha continuato a perdere nell’ultimo tratto (T4) chiudendo al nono posto (diciannovesimo complessivo in 1’22,670) che lo colloca in settima fila nella partenza di domani.

 

ALVARO BAUTISTA

“Oggi abbiamo fatto un buon lavoro sulla moto, migliorando il feeling generale ma non siamo riusciti a trovare più stabilità nel T4, in particolare nell’uscita dalla curva 11 che precede la discesa, e lì perdo il vantaggio che guadagno nei primi settori. Questo mi ha penalizzato sul giro secco ma domani sarà più importante tenere un buon passo. In gara sarà diverso, sarà difficile dovendo partire indietro, dovrò scattare forte e fare bene i primi giri, ma sono fiducioso nel ritmo che posso tenere e sono certo che potremo migliorare questa posizione”.

 

STEFAN BRADL

“Abbiamo faticato un po’ oggi perchè la moto che abbiamo deciso di utilizzare era leggermente diversa, dal punto di vista elettronico, rispetto a quella guidata ieri. Allinearla al nostro standard ci ha fatto perdere tempo, fortunatamente nelle FP4 siamo riusciti a lavorare sulla trazione che, al momento, è il punto su cui dobbiamo migliorare su questa pista. Nelle qualifiche sono quindi riuscito a spingere, considero la diciassettesima posizione in griglia accettabile anche se ovviamente speravo di fare meglio. Mi auguro che domani il meteo non faccia scherzi, anche se le previsioni non sono particolarmente positive: il Sachsenring è una pista piuttosto difficile quando le condizioni non sono perfette”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.