4 dicembre 2016

La conferenza stampa apre il GP di Germania

È il giovedì che anticipa il GP di Germania, gara di metà stagione sul circuito del Sachsenring. Un tracciato dalla grande storia quello alle porte di Hohenstein-Ernstthal che da oltre cinquant’anni ospita corse motoristiche. Una pista corta ma impegnativa sul quale sicuramente lo spettacolo del Campionato del Mondo MotoGP™ sarà di grande livello e che, come in questa prima giornata di GP, le condizioni climatiche possono essere sfavorevoli.

Alla conferenza stampa in apertura dell’evento si presentano sette corridori. Il primo a prendere la parola è Marc Marquez, attuale leader della classifica iridata che in Sassonia ha sempre disputato gradi gare e domenica tenterà sicuramente l’allungo. “Un buon circuito per me, posso lottare per fare bene”. Afferma il pilota Repsol Honda, “Il tempo atmosferico, come possiamo vedere oggi, non è dei migliori: piove e fa freddo. Il mio obiettivo è partire bene e puntare alle prime tre posizioni finali”. Valutando la sua stagione fino ad ora Marquez termina. “Si è stata buona, ho perso qualche punto all’inizio ma poi ho guadagnato, ora ho davanti metà compionato per fare bene e finire come primo anche se i piloti Yamaha sono molto forti. Questo tracciato mi ricorda una pista di kart, la gara non sarà facile”.

Jorge Lorenzo nel recente GP d’Olanda ha salvato il salvabile restando aggrappato al decimo posto di una gara svoltasi nel diluvio. Ai box ha portato sei punti che gli hanno permesso di mantenere un certo vantaggio sull’avversario di scuderia Valentino Rossi, caduto e andato a zero. “Una gara importate per me questa al Sachsenring visto che ad Assen ho fatto pochi punti”.  Dice il pilota Movistar Yamaha, “Anche se Honda è data per favorita, credo che posso provare ad arrivare a podio”. Termina. “Nella classe regina ho fatto anche delle buone prove su questo tracciato”.

Andrea Iannone è stato l’unico italiano a tagliare il traguardo del GP d’Olanda, la pista del Sachsenring non favorisce la sua Desmosedici ma con le novità stagionali rappresentate dall’elettronica unificata e dalle gomme Michelin si sono persi i riferimenti con il passato e, anche in Germania, la moto italiana potrebbe stupire come sulla pista della Drenthe. “Assen è stato un fine settimana difficile, dal tempo atmosferico avverso. Sono caduto nella prima gara ma ho finito la seconda fortunatamente come quinto, conquistando punti importanti”. Parla della pista tedesca “Sarà complicato ma quest’anno la moto è migliorata, mi aspetta una bella prestazione”. Termina commentando lo stop dopo la gara tedesca. “La pausa estiva è importante per ricaricare, andrò in vacanza ma non so ancora dove”.

Una conferma delle ottime condizioni Ducati sono arrivate da Scott Redding che in Olanda ha conquistato l’ultimo gradino del podio. In sella alla sua GP15 ha dominato sotto la pioggia battente cedendo il passo alle Honda solo quando la pista si stava asciugando. “Siamo migliorati molto da inizio stagione”. Dice. “Proverò anche qui a fare bene con ogni condizione atmosferica, di bagnato come di asciutto. Con clima incerto abbiamo più possibilità di stare vicino ai piloti ufficiali”. Termina valutando la sua stagione e quella della sua scuderia. “Stiamo facendo un buon lavoro, sono contento di essere con Octo Pramac e questo fine settimana mi impegnerò per fare bene”.

Sul gradino più alto del podio ad Assen è arrivato Jack Miller. Il pilota Estrella Galicia 0,0 inaspettatamente ha avuto la meglio sugli avversari e sulle cadute raggiungendo un grande risultato che ha zittito le molte critiche sul suo inizio stagione. “Le condizioni di Assen erano speciali ma è stato un risultato utile per tutti noi, ogni gara ad ogni modo è particolare”. Commenta la pista tedesca. “Qui ho iniziato la mia carriera, per me è una pista importante come lo sarà il fine settimana”.

A fare gli onori di casa Stefan Bradl, unico pilota tedesco della classe regina: “La moto sta migliorando”. Dice il portacolori Aprilia Gresini. “Vedremo di fare una buona gara anche qui; in questa stagione è cruciale tentare di portare Aprilia nelle più alte posizioni possibili, l’importante è continuare lo sviluppo e raggiungere il miglior risultato”. Parlando del futuro, non ancora deciso per lui. “Difficile pensare alla prossima stagione; sto valutando diverse opzioni, ma adesso mi devo concentrare sulla gara, per me di casa”.

Chi ha già chiaro il proprio 2017 ed è stato protagonista dei recenti movimenti di mercato è Johann Zarco. Il pilota della categoria intermedia e portacolori Ajo Motorsport ha recentemente ufficializzato il passaggio nella classe regina. “Una grande cosa, sono contento e sono pronto per fare questo salto di cilindrata”. Commenta il futuro corridore Yamaha Tech3. “Difficile dire cosa sto pensando ora, sono concentrato sul mio primato in Moto2™ e lo sarò fino a fine stagione poi, dopo Valencia, inizierò questa avventura”. Termina. “Ma ora vivo il presente, in questo GP di Germania sarà importante essere veloci fin da subito, è un circuito che trovo impegnativo”.

Da venerdì 15 luglio inizieranno le prime libere, la classe leggera sarà impegnata con dalle ore 9:00 locali.

Fonte: motogp.com

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5941 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.