4 dicembre 2016

World League Final Six: l’Italia cede 3-0 al Brasile nella gara d’esordio

BRASILE-ITALIA 3-0 (25-18, 25-20, 25-19)

BRASILE: Bruno 3, Wallace 12, Lucas 5, M. Souza 10, Lucarelli 14, Mauricio 11, Sergio (L). Ne: Isac, Eder, T. Brendle (L), William, Lipe, Douglas, Evandro. All: Bernardo Rezende

ITALIA: Giannelli, Vettori 5, Birarelli 9, Buti 3, Juantorena 6, Zaytsev 13, Colaci (L). Antonov 1, Piano 1, Lanza, Rossini. Ne: Sottile, Cester, Maruotti,. All: Blengini

Arbitri: Mokry (SVK), Macias (MEX)

Spettatori: 2490 Durata set: 25’, 30’, 29’

Brasile: bs 12 a 8 mv 9 et 20

Italia: bs 11 a 3 mv 4 et 20

Cracovia. Si chiude con una sconfitta la gara d’esordio in questa Final Six per gli Azzurri che hanno ceduto 3-0 (25-18, 25-20, 25-19) contro il Brasile.

I verdeoro sono scesi in campo con Bruno in palleggio, Wallace opposto, Lucas e Souza al centro, Lucarelli e Mauricio schiacciatori, Sergio libero. L’Italia dall’altra parte della rete, invece, è stata schierata con la formazione delle ultime gare con la diagonale Giannelli-Vettori, Birarelli e Buti centrali, Juantorena e Zaytsev martelli e Colaci libero.

Gli uomini di Blengini sono apparsi sottotono e sono stati autori di una prova incolore nonostante un avvio di gara che era sembrato incoraggiante. Dopo un positivo inizio, infatti, Birarelli e compagni si sono disuniti finendo per cedere sotto i colpi dei sudamericani che hanno vinto il parziale 25-18.

Anche nel secondo il gioco della nazionale tricolore ha funzionato solo a tratti, troppe le pause che hanno condizionato l’andamento di un set durante il quale il CT, sul 20-18 in favore del Brasile, ha dato spazio a Lanza al posto di Vettori, spostando Zaytsev opposto. La sostituzione però non ha sortito particolari effetti e gli uomini di Bernardo Rezende hanno finito per imporsi 25-20 portandosi così sul 2-0.

Il terzo set è iniziato con gli stessi uomini che avevano chiuso il precedente. Le squadre sono rimaste a contatto fino al 14-14, momento in cui i verdeoro hanno cominciato ad accumulare un minimo vantaggio andato via via aumentando e tramutatosi nel 25-19 finale che ha decretato la conclusione del match.

Domani di nuovo in campo contro gli Stati Uniti (diretta RaiSport1 ore 17.30) per un match nel quale sarà indispensabile vincere per sperare ancora nell’accesso alle semifinali.

COLACI: “Loro in questo momento hanno qualcosa in più di noi, lo sapevamo, ma purtroppo abbiamo sofferto a partire dal cambio palla. Secondo me loro non hanno giocato una partita eccezionale, cioè hanno giocato come sanno fare, ma noi non siamo stati in grado di contrastarli. Credo che la partita sia stata preparata bene da noi, certamente non l’abbiamo presa sottogamba, ma loro hanno toccato tutti i nostri palloni e forse questo ha contribuito un po’ alla nostra frustrazione, siamo andati un po’ giù di morale e da lì in poi questa cosa ci ha condizionato. Le partite però sono lu nghe e bisogna essere in grado di riprenderle. Dobbiamo imparare da questi episodi. Domani sarà importante rifarci per mille motivi”.

BIRARELLI: “Non era un test facile, sono una grande squadra con un bel ritmo. Ci hanno messo quasi sempre in difficoltà al servizio. Sono una macchina da guerra e a volte è difficile riprenderli quando vanno avanti. Noi dobbiamo guardare solo a noi, sappiamo di dover lavorare su alcuni aspetti, ma sarà necessario mettere a fuoco due, tre situazioni per far sì che le cose possano migliorare”.

ZAYTSEV: “A caldo, in questo momento, è difficile dire cosa non sia andato. Certo è che domani qualcosa deve assolutamente cambiare per invertire la tendenza negativa di stasera. Sapevamo che non sarebbe stato facile affrontare questa squadra”.

BLENGINI: “Per affrontare certe squadre c’è bisogno di giocare sempre al massimo, loro hanno disputato una gara molto buona con una differenza notevole in battuta e in attacco, ci hanno messo in difficoltà in ricezione e questo ha condizionato lo sviluppo del gioco. Noi dobbiamo accettare l’idea che il semplice fare bene a volte può non essere sufficiente. Alcune partite vanno affrontate con la consapevolezza che c’è bisogno di stare sempre sul pezzo. Domani contro gli Stati Uniti ci aspetta un’altra gara difficilissima, con un solo risultato a disposizione”.          

RISULTATI CALENDARIO

13/7: Pool K: Brasile-Italia 3-0; Pool J Polonia-Francia in corso

Classifica Pool K: Brasile 1 v (3 p.); Italia e Stati Uniti 0

14/7: Pool K: Stati Uniti-Italia (ore 17.30); Pool J: Polonia-Serbia (ore 20.30)

15/7: Pool J: Serbia-Francia (ore 17.30); Pool K: Brasile-Stati Uniti (ore 20.30)

16/7: Semifinale 1 J1 vs K2 (ore 17.30); semifinale 2: J2 vs K1

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5936 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.