11 dicembre 2016

Calcio, Serie D, Serpentara, Ferro: “Fatto un grande sforzo per la domanda di ripescaggio”

Lo aveva detto poco dopo quel maledetto play out a San Severo: «Faremo di tutto per rimanere in serie D». Il presidente del Serpentara BellegraOlevano Luciano Ferro e tutta la società sono stati di parola: il club ha formalmente presentato venerdì scorso la propria domanda di ripescaggio al prossimo campionato di serie D e ora è in attesa delle decisioni della Lega Nazionale Dilettanti. «Abbiamo fatto un grosso sforzo per risolvere alcuni problemi e riuscire nei tempi a fare la domanda di riammissione alla quarta serie e la contemporanea iscrizione al campionato di Eccellenza laziale – sottolinea Ferro – Un’impresa riuscita solo grazie al grande amore dei vertici di questa società per il Serpentara. Abbiamo confermato una volta di più quanto ci teniamo a rigiocare in una categoria dove, dopo aver sofferto all’inizio, abbiamo dimostrato di poter stare senza paura. Siamo stati condannati sul campo, pur giocando un play out in trasferta con 41 punti nel carniere e retrocedendo senza perderlo, ma le regole sono queste e bisogna rispettarle». Sulle possibilità che la domanda venga accettata Ferro è abbastanza chiaro. «Se non dovesse essere ripescato il Serpentara, mi domando quale club potrebbe averne i diritti… Leggo da diverse parti che abbiamo ottime possibilità, attendiamo l’ufficialità della decisione della Lega Nazionale Dilettanti che tra l’altro spero ci riporti, in caso di serie D, al girone di nostra competenza vale a dire quello con le altre laziali. Solo una volta avuta l’ufficialità della categoria, comunque, inizieremo a programmare la prossima stagione». Prima sarà difficile muoversi. «Penso che un conto sia scegliere un allenatore o un giocatore per l’Eccellenza e un altro conto farlo per la serie D – dice Ferro – Al momento le certezze del Serpentara siamo noi, inteso come struttura societaria, e il direttore generale Maurizio Proietti che continuerà ad avere la competenza per l’area tecnica».