5 dicembre 2016

Referendum, Sen. Tonini, PD: “Quella di De Benedetti è una dichiarazione ellittica, ci spieghi cosa non gli piace”

Giorgio Tonini, Senatore del PD, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

Carlo De Benedetti ha dichiarato che potrebbe votare no al referendum di ottobre. “Quella di De Benedetti è una dichiarazione ellittica –ha affermato Tonini-. Non è chiaro cosa non condivide dell’Italicum e cosa modificherebbe. Il sistema elettorale perfetto non esiste, altrimenti tutti i Paesi avrebbero lo stesso. Secondo me l’Italicum ha più pregi che difetti. Mi piacerebbe capire perché De Benedetti lo ritiene un sistema così perverso. Tra l’altro l’Italicum non c’è nei quesiti del referendum. Mi aspetterei da lui qualche spiegazione in più. L’Italicum farà in modo che non ci saranno più maggioranze spurie come quella attuale. Il Pd continuerà ad appoggiare questo tipo di sistema, anche se attualmente il M5S sembra favorito. Non si fanno i sistemi elettorali ad personam, in base a chi è favorito. Se al referendum vince il no rimane tutto com’è, se vince il sì un partito vincerà le elezioni e questo governerà il Paese. La preoccupazione che l’Italia torni al 2011 con una situazione di ingovernabilità c’è. Sicuramente la riforma del Senato è 100 volte meglio dello status quo. Spacchettamento della riforma costituzionale? Troverei pericoloso che si approvasse un punto piuttosto che un altro. Staccare certi pezzi della riforma produrrebbe delle disarmonie. Politicamente questa soluzione non mi convince, ma sarà la giurisdizione a decidere”.

Fonte: Radio Cusano Campus