7 dicembre 2016

84esima edizione della Festa a mare agli Scogli di Sant’Anna

E’ Mariagrazia Nicotra, scenografa e costumista teatrale e cinematografica diplomata in scenografia e costumi presso l’Accademia di Belle arti di Napoli, organizzatrice di eventi di rilievo, il direttore artistico della 84esima edizione della “Festa a mare agli Scogli di Sant’Anna”. L’ischitana che respira da sempre aria da palcoscenico è la prima donna nella storia della tradizionale festa a rivestire questo ruolo: riconfermata per la seconda volta dal Comune di Ischia, Nicotra presenta ufficialmente il tema principale dell’antichissima celebrazione ischitana che vede la definizione Festa a Mare agli Scogli Sant’Anna da precedenti riti propiziatori che si davano come “scadenze di cicli naturali”. A questa tradizione fortemente radicata si sovrappose la ricorrenza cattolica di Sant’Anna, protettrice delle partorienti. Nell’eccezionale scenario di Ischia Ponte e del Castello Aragonese, dal 23 al 26 luglio 2016, prende vita una vera e propria “festa di tutti”. Nata nel 1932, la Festa a Mare agli Scogli di Sant’Anna è dedicata alle donne, alle partorienti, alla forza femminile e all’immensità della loro figura nella società.

Sono orgogliosa e onorata della riconferma dell’incarico – afferma sorridente Nicotra –, per me la festa è un ritorno alle origini, ma anche un viaggio di ritorno e di speranza, dal passato al futuro, che ha per soggetto i viaggiatori, ossia anche i turisti e gli emigranti. Per questo, il tema generale di quest’anno sarà il “mare e i suoi viaggi” e nel particolare si tratterà il viaggio nel mito per eccellenza: l’Odissea”.

Le barche saranno ancora di più le vere protagoniste di questa edizione, insieme all’incendio del Castello Aragonese e lo spettacolo piro-musicale. Non mancheranno le sorprese e gli ospiti d’eccellenza. A costruire le imbarcazioni allegoriche saranno quattro associazioni che avranno il compito di reinterpretare la propria traccia con autonomia e creatività.

 

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5976 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.