10 dicembre 2016

5 curiosità su YouTube che forse non sapevi

 

YouTube non ha bisogno di descrizioni né spiegazioni: il più grande contenitore al mondo di video, lo strumento che ha in qualche modo rivoluzionato e stravolto il vecchio approccio al web, incoraggiando allo sviluppo di quelle dinamiche di rete da cui nacque la logica della viralità.

Si stima che oggi i contenuti video siano i più apprezzati dagli utenti e, di conseguenza, si rivelino il mezzo più efficace per attività di branding o di digital PR e sempre più marchi investono nella produzione video aziendali per incrementare la fama e la riconoscibilità del proprio marchio. Tutto questo però è storia nota: ecco invece 5 curiosità su YouTube che forse non sapevi.

  1. Una nascita controversa

YouTube nacque nel 2005 quasi casualmente. Si dice, infatti, che i tre fondatori – Chad Hurley, Steve Chen e Jawed Karim, tutti e tre dipendenti presso PayPal – avessero in mente di creare un sito d’incontri. Appena nato, il sito ebbe subito grane legali e i tre dovettero affrontare un conflitto con il sito utube.com che, da lì a poco, sarebbe stato costretto a cambiare nome.

  1. Dati da capogiro

Un po’ di dati per dare l’idea della portata del fenomeno YouTube: si calcola che, ogni mese, il sito conti 92 miliardi di visite. Complessivamente, gli utenti del canale di proprietà Google guardano video che, se visti in sequenza, durerebbero 325 mila anni!

  1. YouTube nel mondo

Un utente su cinque proviene dagli Stati Uniti. Il restante 80% è distribuito in tutto il mondo. Basta considerare che il canale è presente in 88 Paesi e tradotto in 76 lingue diverse, in grado di coprire il 95% della popolazione web mondiale.

  1. I pesci d’aprile

A partire dal 1° aprile 2008 e con la sola esclusione del 2014, YouTube organizza un pesce d’aprile ai propri utenti. Nel 2008, tutti i video presenti in homepage reindirizzavano al singolo di Rick Astley Never Gonna Give You Up, secondo un fenomeno della rete che sarà poi definito rickrolling e che divenne un precedente della storia tutt’oggi ricordato.

  1. L’attacco informatico

Il 4 luglio del 2010 YouTube subì il suo primo, e ad oggi unico, attacco informatico: alcuni esperti hacker sfruttarono un bug di sistema per reindirizzare ad altri video (per lo più pornografici) i contenuti di Justin Bieber.