3 dicembre 2016

Top 5 per Hayden e van der Mark

L’idolo di casa Nicky Hayden ha conquistato il terzo gradino del podio in Gara1 al Mazda Raceway Laguna Seca, con grande gioia del pubblico americano, ed è stato seguito dal compagno di squadra Michael van der Mark, che ha tagliato il traguardo in quarta posizione, per completare una buona giornata del team Honda WorldSBK.
Dopo che la bandiera rossa ha fatto ripartire Gara2 sul leggendario tracciato, Hayden si è trovato in difficoltà ad avere nuovamente il ritmo che aveva dimostrato nella prima parte della gara e la partenza di Michael van der Mark dall’ultima fila – dopo una caduta nei primi giri – ha determinato la sua gara.
Sia Hayden sia van der Mark hanno lottato nel gruppo per la quarta posizione, dietro al duello tra i ducatisti Davies e Giugliano, e l’americano ha tagliato il traguardo in quinta posizione, mentre l’olandese ha fatto una rimonta incredibile arrivando in settima posizione, passando dalla 19esima all’11esima posizione nel primo giro.
“Sono molto deluso per com’è andata la gara, soprattutto per come stavano andando le cose prima che fosse esposta la bandiera rossa”, ha detto Hayden. “Alla prima partenza c’è stato un piccolo intoppo al semaforo, ma sono andato bene nella prima e nella seconda curva e ho recuperato molte posizioni. Mi sentivo sempre più sicuro di me e appena ho fatto segnare il mio miglior giro del week end con le gomme da gara, la bandiera rossa è apparsa. Dopo la seconda partenza è successo qualcosa: non sappiamo esattamente cosa, la squadra sta analizzando i dati, ma la moto era completamente diversa. Non potevo frenare bene come ieri e avevo perso molta fiducia alla guida. È un vero peccato perché dopo la prima partenza ho pensato di poter fare qualcosa di veramente speciale”.
“È successo qualcosa perché alla prima partenza il semaforo si è spento e poi riacceso e questo ha creato un po’ di scompiglio”, ha detto van der Mark. “Ho provato a essere il più veloce possibile e poi ho provato a superare Camier, all’altezza del Cavatappi, ma ho frenato in modo troppo brusco e ho perso il posteriore. È stato un po’ spaventoso, ma per fortuna ho trovato uno spazio tra i piloti e non c’è stata nessuna collisione. La mia seconda partenza è stata dal fondo dello schieramento ed entro la fine del primo giro sono arrivato vicino alla decima posizione. Ho provato a fare qualcosa in più, ma il feeling con la moto non era lo stesso di ieri, ho solo potuto colmare un po’ il divario con chi mi precedeva. È stato davvero difficile rimanere con loro, ma nel complesso dobbiamo essere soddisfatti del nostro settimo posto e del week end in generale”.
I piloti Honda saranno di nuovo in pista al Lausitzring, in Germania, nel mese di settembre per il decimo round, dopo la pausa estiva che darà la possibilità di ricaricarsi prima delle ultime quattro gare della stagione.
Fonte: worldsbk.com
Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5925 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.