3 dicembre 2016

Rea out ma col morale alto

Dopo la sua prima vittoria in carriera al Mazda Raceway Laguna Seca in Gara1, Jonathan Rea ha lottato per la vittoria anche in Gara2 prima di uscire di pista alla curva 6 e poi doversi ritirare per un problema meccanico.
“Non siamo sicuri di quale sia stato il problema, ma sappiamo che è stato qualcosa di meccanico”, ha spiegato Rea. “Quando sono rientrato in pista la situazione stava peggiorando e ho deciso di fermarmi. È un peccato perché era un motore nuovo e avremmo potuto usarlo alla fine dell’anno”.
Con questo accaduto il nord-irlandese ha perso un po’ di vantaggio nella classifica mondiale, e questo è stato un po’ frustrante, ma allo stesso tempo si è detto contento parlando della moto e ha già voglia di tornare in sella dopo la pausa estiva, nel decimo round a Lausitzring.
“Non è mai bello perdere 25 punti dal tuo rivale più vicino, ma mi sento come se fossi il più veloce in questo momento e non sono nervoso. Mi sento bene in sella alla moto. Anche dietro a Tom e Davide mi sentivo come se potessi decidere quando superare. L’unico problema reale per me sarà dover aspettare a guidare ancora la moto. So che potremo fare un buon lavoro per quando torneremo in pista a Lausitzring. La moto adesso mi piace e mi sento come nel 2015…”
Rea ha ora quattro round in cui dovrà continuare a difendere il titolo in pista, con lo sfidante più vicino – Tom Sykes – che ha vinto Gara2 a Laguna Seca. Il WorldSBK tornerà a settembre, a Lausitzring, per la corsa finale verso il traguardo.
Fonte: worldsbk.com
Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5928 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.