20 febbraio 2017

Programma del viaggio del Papa in Georgia e Azerbaijan

Citta' del Vaticano 04/08/2015, udienza del papa ai ministranti. Nella foto papa Francesco

La Sala Stampa vaticana ha reso noto il programma del viaggio apostolico di Papa Francesco in Georgia e Azzerbaijan, dal 30 settembre al 2 ottobre prossimi. Nel primo pomeriggio il Pontefice arriverà all’aeroporto internazionale di Tbilisi. Dopo la cerimonia di benvenuto alle 15:00 circa è prevista la visita di cortesia al Presidente della Repubblica. Nel cortile del Palazzo presidenziale si terrà il saluto con le autorità, la società civile e con il Corpo diplomatico.

Presso il Palazzo del Patriarcato ci sarà invece l’incontro con sua Santità e Beatitudine Ilia II,  Catholicos e Patriarca di tutta la Georgia. L’abbraccio con la comunità assiro-caldea si terrà invece preso la chiesa cattolica di S.Simone il tintore.

Il giorno dopo, sabato primo ottobre, ci sarà la Santa Messa nello stadio M. Meskhi, poi l’incontro con i sacerdoti, religiosi e religiose presso la chiesa dell’Assunta. Toccante sarà la visita agli assistiti e con gli operatori delle opere di carità della Chiesa davanti al Centro di assistenza dei Camilliani. Quindi la visita alla cattedrale patriarcale Svietyskhoveli di Mskheta.

Domenica 2 ottobre dopo la cerimonia di congedo all’aeroporto internazionale di Tbilisi la partenza in aereo per Baku. All’arrivo all’aeroporto internazionale “Heydar Aliyev” è prevista l’accoglienza ufficiale. Poi la Santa Messa nella chiesa dell’Immacolata nel Centro salesiano a Baku e il pranzo con la comunità salesiana e con il seguito papale.

La cerimonia protocollare di benvenuto si terrà nel Piazzale del Palazzo presidenziale di Genclik. Poi la visita di cortesia al Presidente. L’incontro con le autorità si terrà nel Centro “Heydar Aliyev”. Nell’omonima Moschea si terrà il colloquio privato con lo Sceicco dei Musulmani del Caucaso. Dopo l’incontro con il vescovo ortodosso di Baku e con il presidente della Comunità ebraica si terrà la cerimonia di congedo all’aeroporto di Baku e la partenza per Roma.

(Da Radio Vaticana)

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 6755 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.