9 dicembre 2016

Core d’acciaio, la programmazione

Giovedì 21 luglio: PAZ!

Ospite della serata Claudio Santamaria. Durante la serata ci saranno dei fumettisti che omaggeranno Andrea Pazienza con disegni estemporanei.

di Renato De Maria, con Flavio Pistilli, Claudio Santamaria, Max Mazzotta, Matteo Taranto, Rosalinda Celentano, Iaia Forte, Vittoria Puccini. 102 min. – Italia 2002

SINOSSI: Siamo a Bologna alla fine degli anni ’70. In un appartamento, in Via Emilia Ponente 43, convivono senza mai incontrarsi, ma solo sfiorandosi, tre personaggi: Pentothal, Enrico Fiabeschi e Massimo Zanardi, detto Zanna. Questo è il racconto di 24 ore nella vita di questi ragazzi: dalle quattro del mattino all’alba del giorno successivo, storie di mondi paralleli che convivono nello stesso spazio, cominciando e finendo alla stessa ora. 

Venerdì 22 luglio: BIRDMAN O (L’IMPREVEDIBILE VIRTU’ DELL’IGNORANZA)

di Alejandro G. Inarritu, con Michael Keaton, Emma Stone, Edward Norton, Naomi Watts, Zach Galifianakis, Andrea Risenborough, Amy Ryan. 119 min. – USA 2014

SINOSSI: Riggan Thompson è una star che ha raggiunto il successo planetario nel ruolo di Birdman, supereroe alato e mascherato. Ma la celebrità non gli basta, Riggan vuole dimostrare di essere anche un bravo attore. Decide allora di lanciarsi in una folle impresa: adattare un racconto, dirigerlo e interpretarlo in uno storico teatro di Broadway. Riuscirà Riggan a portare a termine la sua donchisciottesca avventura?

Giovedì 28 luglio: SUBURRA

di Stefano Sollima, con Alessandro Borghi, Pierfrancesco Favino, Elio Germano, Greta Scarano, Claudio Amendola, Giulia Elettra Gorietti. 135 min. – Italia 2015

SINOSI: Nell’antica Roma, la Suburra era il quartiere dove il potere e la criminalità segretamente si incontravano. Dopo oltre duemila anni, quel luogo esiste ancora. Perché oggi, forse più di allora, Roma è la città del potere: quello dei grandi palazzi della politica, delle stanze affrescate e cariche di spiritualità del Vaticano e quello, infine, della strada, dove la criminalità continua da sempre a cercare la via più diretta per imporre a tutti la propria legge.

Venerdì 29 luglio: THE ROCKY HORROR PICTURE SHOW

di Jim Sharman, con Tim Curry, Susan Sarandon, Barry Bostwick, Richard O’Brien, Patricia Quinn, Meatloaf. 100 min. – USA 1975

SINOSSI: Brad e Janet, una giovane coppia, sono in viaggio diretti dal loro professore universitario, il dottor Scotto, quando la loro auto si arresta per un guasto. I due cercano aiuto e casualmente bussano alla porta del castello dottor Frank-N-Furter. Questi è un extraterrestre, arrivato sulla terra per dare vita al mostruoso Rocky Horror. L’essere cerca di circuirli e svela loro alcuni segreti sconosciuti al genere umano. Arriva anche il professor Scott, che è alla ricerca di suo nipote Eddie. Chi riporterà l’alieno alla ragione?

Giovedì 4 agosto: PRANZO DI FERRAGOSTO

di Gianni De Gregorio, con Gianni De Gregorio, Valeria de Franciscis, Marina Cacciotti, Maria Cali, Grazia Cesarini Sforza, Alfonso Santagata. 75 min – Italia 2008

SINOSSI: Gianni, un uomo di mezz’età, figlio unico di madre vedova, vive con sua madre in una vecchia casa nel centro di Roma. Tiranneggiato da lei, nobildonna decaduta, trascina le sue giornate fra le faccende domestiche e l’osteria. Il giorno prima di Ferragosto l’amministratore del condominio gli propone di tenere in casa la propria mamma per i due giorni di vacanza. In cambio gli scalerà i debiti accumulati in anni sulle spese condominiali. Gianni è costretto ad accettare.

Venerdì 5 agosto: (500) GIORNI INSIEME

di Marc Webb, con Joseph Gordon-Levitt, Zooey Deschanel, Chloe Grace Moretz, Geoffrey Arend, Clark Gregg. 95 min. – USA 2009

SINOSSI: Summer (Zooey Deschanel) è una ragazza che non crede nell’amore. Tom (Joseph Gordon-Levitt) un inguaribile romantico che s’innamora perdutamente di lei. Il film racconta la storia dei due ragazzi nell’arco di 500 giorni, intermezzata da numeri musicali che derivano dalla fantasia e dalla passione di Tom per la musica pop.

Martedì 9 agosto: ROMEO + GIULIETTA DI WILLIAM SHAKESPEARE

di Baz Luhrmann, con Leonardo Di Caprio, Claire Danes, John Leguizamo, Harold Perinneau, Pete Postlewhaite, Paul Sorvino, Miriam Margolyes. 115 min. – USA 1996

SINOSSI: A Verona beach, in California, le due famiglie dei Montecchi e dei Capuleti sono divise da antica rivalità. Succede però che il giovane Romeo Montecchi e la giovane Giulietta Capuleti si innamorano e sono costretti a vivere clandestinamente la loro storia. Quando in una lite Mercuzio, amico di Romeo, viene ucciso e Romeo, per vendetta, uccide un Capuleti, lo sceriffo decreta l’allontanamento di Romeo da Verona a Mantova. Il parroco cerca di venire in aiuto dei due giovani ma, per un equivoco, quando raggiunge la ragazza, Romeo la crede morta e si uccide a sua volta. Giulietta si sveglia, vede Romeo morente e si da a sua volta la morte. La maledizione prosegue tra le due famiglie rivali.

Mercoledì 10 agosto: FRIDA

di Julie Taymor, con Salma Hayek, Alfred Molina, Geoffrey Rush, Ashley Judd, Valeria Golina, Edward Norton, Antonio Banderas, Diego Luna. 123 min. – USA 2002

SINOSSI: Il film narra le vicende della vita della famosa pittrice messicana Frida Kahlo con particolare riferimento alla burrascosa relazione con il marito Diego Rivera, anche lui pittore e al circolo di amici e amanti frequentato dalla coppia tra cui figurano alcuni dei maggiori esponenti della politica e della cultura dell’epoca. Bisessuale, comunista e affetta da una grave menomazione alle gambe dovuta alla poliomelite di cui aveva sofferto da bambina e a un grave incidente, Frida muore a soli 47 anni per abuso di droga e alcool.

Giovedì 11 agosto: JUNO

di Jason Reitman, con Ellen Page, Michael Cera, JK Simmons, Allison Janney, Jason Bateman, Olivia Thirlby, Jennifer Garner. 92 min. – USA 2007

SINOSSI: Ecco a voi Juno MacGuff (Ellen Page), un’adolescente schietta e sicura di sé che riesce a mantenere il controllo sulla sua vita con apparente indifferenza e distacco mentre vive tutti i turbamenti emotivi di una gravidanza che la traghetterà dall’adolescenza all’età adulta. Un pomeriggio noioso come tanti si trasforma in qualcosa di diverso quando Juno decide di fare sesso con Bleeker (Michael Cera) un ragazzo timido e riservato. Ma quando scopre di essere incinta, con la collaborazione della sua migliore amica Leah (Olivia Thirlby) Juno escogita un piano per trovare una perfetta coppia di genitori per il bambino che porta in grembo.

PROGRAMMAZIONE MUSICALE

Programmazione del Faro:

Martedì: Can you feel it, il nuovo format che ospiterà i migliori dj producer underground della scena italiana. Ingresso libero.

Mercoledì – Rum, un progetto nato nel 2011 con l’idea di incentivare la diffusione della cultura musicale ed artistica emergente. Il progetto prende piede dando spazio a oltre 100 artisti. Dalle 22 fino alle 4.

Giovedì – Forever young, che animerà la rassegna per il 4° anno di fila, con i djset di Luca Prest e Junky, e il photoset di Matteo Cavalieri. Ingresso libero.

Venerdì – Smash, il cui punto di forza è da sempre la versatilità e la poliedricità, con sonorità che fondono attualmente Disco, G-House e Deep in una sala e Hip-Hop, Trap e Rock nella seconda.

Sabato – Festiva 2000, la nuova formula musicale dell’estate, all’insegna degli anni più giovani, quando tutto era sfarzoso e scintillante, gli Anni 2000.

Programmazione del Borgo:

Giovedì – Yav, l’appuntamento con musica vintage di stampo indie, wave, dance, mash-up, ma anche electro e pop.

Venerdì – La Congrega, che intende il divertimento come un’esperienza ultra-sensoriale, fashion, Clubbing & style.

Sabato – Fare festa, l’appuntamento dove Soul, Punk e Reggae vengono rivisitati da giovani artisti, attraverso melodie, ritmi travolgenti e il calore di sax, trombe, chitarre, bassi e percussioni. 

PROGRAMMAZIONE TEATRALE 

Sabato 9 Luglio ore 21.15 Vinicio Marchioni legge “Li romani in Russia” di Elia Marcelli, nell’edizione curata da Marcello Teodonio.

Lettura a capitoli del poema in versi che racconta l’orrore della Guerra attraverso la voce di chi l’ha vissuta in prima persona. Considerato un capolavoro della letteratura del ‘900, il testo di Marcelli è uno straordinario affresco epico, narrato in dialetto romanesco, che ha per protagonisti Giggi, Mimmo, Peppe, Nino, Nicola e Remo, un gruppo di giovanissimi soldati della Divisione Torino, “spediti a morire” da Mussolini nella famigerata campagna di Russia. La storia di un esercito di straccioni e sbandati a cui rimangono solo fame, freddo, paura e sapore di una disfatta, in un  racconto che lascia spazio anche a momenti ironici e divertenti. Biglietto unico: 10 euro

Mercoledì 13 luglio ore 21.15 Valerio Aprea in “Racconti di trascurabile felicità”, reading su testi di Francesco Piccolo.

Spettacolo-reading musicato dal vivo su testi di uno dei più affermati scrittori  e sceneggiatori italiani. Istantanee di esistenza quotidiana,  lampi di condivisione,  segreta osservazione dell’infinitesimale, per una, non solo, comica, perlustrazione  nell’intimo di ognuno di noi.   Biglietto unico: 10 euro

Giovedì 14 luglio ore 21.15 Maria Letizia Gorga in “Senza confini”, Recital concerto con Stefano De Meo al pianoforte

È un viaggio,un colloquio intimo tra poesia e musica capace di farsi ponte tra le varie lingue e culture. La canzone si fa memoria,evocazione,dialogo. I versi poetici ideale raccordo tra parola e suono. Maria Letizia Gorga, accompagnata al pianoforte dal Maestro Stefano De Meo, racconta in musica la donna, la vita, l’amore in un filo che unisce luoghi e tempi diversi, cantando il meraviglioso singolare femminile nel pianeta dell’anima. Biglietto unico: 10 euro

Venerdì 15 luglio ore 21.15 “Come il mare io ti parlo”, da un’idea di Giovanni Auletta e a cura di Giuseppe Marini

Come il mare io ti parlo non è solo un concerto, ma un viaggio nel ‘sogno’ dannunziano attraverso le sue liriche e un breve accenno ad uno dei rapporti più controversi della prima metà del Novecento: la relazione d’amore tra Eleonora Duse e Gabriele D’Annunzio: un amore tormentato, sviluppato in un rapporto di dipendenza reciproca, vissuto con profondo senso dell’assoluto e dell’abbandono al sentimento amoroso, di cui ci resta un copioso carteggio. Paradigma dell’energia che per il poeta deflagra nell’Arte:  “Poiché tu sei la sola rivelatrice degna di un grande poeta, è necessario – dinanzi alle sacre leggi dello Spirito – che tu dia la tua forza alla mia forza – tu Eleonora Duse a me Gabriele.” Biglietto unico: 10 euro

Martedì 19 luglio ore 21.15 Giorgio Tirabassi e Hot Club Roma in  “Omaggio a  Django Reinhardt”

L’Hot Club Roma è un gruppo musicale di Gypsy Jazz, fondato nel 2005 dal chitarrista Gianfranco Malorgio, e questo progetto nasce dall’incontro di alcuni musicisti professionisti appassionati della musica del grande chitarrista e compositore Belga, Django Reinhardt. Del quintetto fa parte una guest star speciale, l’attore Giorgio Tirabassi ottimo chitarrista e musicista, anche lui amante del genere, che ha accettato volentieri di far parte dell’ensemble. Il gruppo è composto oltre che da Giorgio Tirabassi alla chitarra, da Moreno Viglione alla chitarra solista, Gian Piero Lo Piccolo al clarinetto, Gianfranco Malorgio alla chitarra ritmica e Renato Gattone al contrabbasso. Biglietto unico: 10 euro 

Mercoledì 27 luglio ore 21.15 Augusto e Toni Fornari in “Fratelli d’Italia”

In questo spettacolo i fratelli Augusto e Toni Fornari rappresentano i due aspetti dell’Italia: quello patinato delle canzonette, della peggiore televisione e quello della crisi socio-politico-economica del Paese. Mentre Toni è intento a presentare il suo show di canzoni e parodie, Augusto si inserisce come “disturbatore” cercando di boicottare lo spettacolo facendo della satira politica, apparentemente spicciola, ma che alla fine risulta essere molto graffiante.

In questo spettacolo sono di scena la parodia, la satira, lo stravolgimento completo di canzoni e situazioni, che ricalcano a volte schemi tradizionali, ma che sono sempre eseguiti in maniera fresca e originale. I due attori interagiscono in un gioco continuo mescolando divertimento scenico e virtuosismo musicale. Non mancano naturalmente sketch comico-spalla del cabaret classico e del Varietà rappresentati in maniera moderna. Biglietto unico: 10 euro

PROGRAMMAZIONE TEATRALE OFF 

Lunedì 11 luglio ore 21.15 Reading teatrale “Piccole italiane”. Regia di Letizia Lamartire, sceneggiatura di Giuseppe Brigante e Anna Zagaglia. Cast: Victoria Silvestro, Francesca Ziggiotti, Margherita Ria Tiesi. Presentatore della serata: Alessia Pizzi.

Il  25  luglio  del  ’43  il  Gran  Consiglio  del  Fascismo  mette   Mussolini  in  minoranza  costringendolo  alle  dimissioni.  È  la   fine  dell’era  fascista  ma  Italia,  una  bambina  di  10  anni,  e   sua  madre  Dina  non  possono  saperlo.  Quello  che  Italia  sa   bene  è  che  una  legge  del  regno  le  ha  impedito,  dopo  mesi   di  alacre  risparmio,  di  comprare  un  semplicissimo  orsetto.   La  legge  in  questione  ha  vietato   la  produzione  e  la   distribuzione  dei  giocattoli  per  poter  riconvertire  le   fabbriche  di  giocattoli  in  fabbriche  di  armi.   Durante  la  recita  scolastica,  Italia,  prorompe  in   un’accorata  invettiva  contro  la  legge  sui  giocattoli.  La   madre,  temendo  ripercussioni,  decide  di  portare  la  figlia   direttamente  dal  ministro  che  ha  firmato  la  legge.   Chiedere  scusa  è  l’unica  soluzione.  Dina  e  Italia   troveranno  il  caos  assoluto  nel  ministero…. Biglietto unico: 10 euro

Martedì 12 luglio ore 21.15 Dario Aggioli e Daniele Giuliani in “Le figurine mancanti del 1978”, ideato e diretto da Dario Aggioli

Due figure raccontano due eventi all’apparenza molto distanti. Un bambino racconta i mondiali che si svolgono in Argentina. A lui interessa solo il gioco del calcio e non vede quello che c’è intorno, vuole rimanere bambino e da tale si comporta: come tutto il resto del mondo pensa solo alle partite e al momento in cui la coppa sarà levata al cielo. Un altro bambino racconta il dramma della dittatura e dei desaparecidos. Lui vede quello che c’è intorno e per questo non vuole più giocare. Come si può giocare per una nazione sconvolta dalla dittature e desiderare di alzare la Coppa del Mondo nel proprio paese. Argentina’78. Molte figurine ce l’ho, alcune son doppioni, altre desaparecidos. Biglietto unico: 10 euro 

Domenica 17 luglio ore 21.15 “Mozza”, diretto e interpretato da Claudia Gusmano

A che cosa pensate quando osservate il mare? Il mare sa essere allo stesso tempo infinto, poetico, misterioso, accogliente, magico, attirando a sé l’uomo portandolo a vivere una simbiosi emotiva e spirituale con esso. “Mozza “è una storia d’amore della protagonista con il mare, con la sua famiglia e con Madre Natura. “Mozza” ha la forza narrativa de “Il vecchio e il mare” in chiave femminile, coinvolge per la determinazione come il capitano Achab e affascina per la sensibilità come il naufrago di Castway. Mozza è una donna libera, pulita, sensibile che ha scelto con coraggio come vivere la sua vita e non accetta compromessi. Ama la vita, rispetta il mare, crede in Dio e diffida invece degli uomini. E’da sola sulla sua barca, ma può contare sulla presenza di un rumoroso gabbiano come confessore delle sue paure e segreti e privilegiato spettatore dei ricordi d’infanzia della ragazza con l’amato nonno. Biglietto unico: 10 euro. 

Mercoledì 20 luglio ore 21.15 “Affetti stretti (Studio sulle dipendenze affettive)”. Attrici, Autrici, Performers Barbara Cerrato Alessandra Merico Silvia Quondam.

Tre donne, tre caratteri diversi, tre storie di mancanze affettive in una commedia agrodolce. Tre monologhi appassionati di donne sole, donne fragili ma pronte a tutte pur di seguire il proprio amore per un uomo assente, sbagliato, ingombrante, lontano. Un uomo verme che si nutre del corpo di lei, della vita di lei ma soprattutto del cuore di lei. Perché l’affetto tiene in vita il legame e quando questo è a senso unico si tira sempre più il filo e il nodo si stringe, finché non ci soffoca.. I testi, scritti dalle attrice performers, alternano momenti brillanti a tratti farciti di un pò di amarezza in un susseguirsi di situazioni toccanti e alle volte persino esilaranti che portano lo spettatore alla riflessione. Biglietto unico: 10 euro 

Domenica 24 luglio ore 21.15 “Le ragazze di via Savoia 31”, di e con Elisabetta Tulli. Regia di Eugenio Dura, musiche originali Andrea Calandrini.

15 gennaio 1951. Un fatto vero che commosse tutta Roma. Duecento candidate per un solo posto da dattilografa. La scala del palazzo dove erano in attesa del colloquio crolla. Anche Caterina, Ester, Lucia e Rosa aspettano su quelle scale; sono quattro donne frutto della fantasia dell’autrice, così diverse per origini, obiettivi e vita vissuta, ma complementari perché rappresentano “La donna” che dagli anni 50 ad oggi non ha fatto molta strada nel mondo del lavoro e anche loro vanno incontro al proprio destino. Monologo commovente, musicale e molto ironico della durata di un’ora. Biglietto unico: 10 euro 

Martedì 26 luglio ore 21.15 “Underwood”, di e con Cecilia D’Amico

Alice è una trentenne che si ritrova da un giorno all’altro senza la sua guida, il suo unico punto di riferimento in un mondo dall’avvenire totalmente incerto: la sua psicologa, colpita da malattia improvvisa. A questo punto, Alice è costretta a costruirsi da sola la propria stabilità e per farlo deve passare attraverso il cosiddetto “sottobosco della vita” incontrando i personaggi più strambi: da dietologhe in folli centri dimagranti, a un cuoco esasperato dalle diete vegane, a un furbo pranoterapeuta che fa da contraltare a un dentista solitario, fino a ciclisti ossessivi, italiani felicemente trapiantati all’estero, skipper senza patente nautica, dipendenti degli aeroporti, “burini ripuliti” e un’umanità sempre sull’orlo di una crisi di nervi, che vede nelle ferie l’unica via di fuga possibile. Riuscirà Alice a lasciarsi alle spalle il “sottobosco della vita” trovando così la propria felicità? O scoprirà che proprio nel “sottobosco” bisogna saper trovare quella felicità? Biglietto unico: 10 euro 

Sabato 30 luglio ore 21.15 “Niente panico”, di e con Luca Avagliano.

“Facciamola finita, ammettiamolo, non abbiamo più un futuro!”. Con questa frase Mirella lo fece piombare nella consapevolezza di vivere in un presente apparentemente senza ormai futuro, dove è facile sentirsi quantomeno smarriti, spauriti, lasciarsi andare all’inerzia e ritenere ormai inutile investire in qualcosa, soprattutto, se ad affrontarlo, si è da soli, senza più Mirella. Ma vivere un presente senza futuro significa anche esser condannato a non crescere? E’ per questo che non riusciva a dimostrarle di essere un uomo? O è lui che non riesce ad abbandonare il suo Fanciullo interiore o meglio il suo Estro? “Estro o non Estro? Fantasia o Serietà?” Diventare uomo significa rinunciare al gioco e alla fantasia? E’ questa la Verità da accettare? Ma cosa è Vero: Ciò che è vero vero o ciò in cui si crede? Un monologo, insomma, comico e disperato, intimo e interagente sotto il segno di un logico nonsenso, e, involontariamente, della patafisica… ovvero la scienza delle soluzioni immaginarie. Biglietto unico: 10 euro 

Domenica 31 luglio ore 21.15 “Buonanotte signor Smith”, di Alessio Moneta, regia di Maria Letizia Gorga. Con Enrico Patella, Giorgia Catania, Alessio Moneta, Federico Isaia.

Da qualche tempo, la piccola cittadina di Horney Town, è teatro di terrificanti delitti. Uno spietato serial killer,  dopo aver ucciso le vittime, le veste con dei bizzarri costumi di carnevale. Ultima vittima,  Allan Corvey, noto scrittore di libri gialli negli anni ’50, dal quale l’assassino sembra prendere spunto per i suoi delitti. Per Frank Orton, Detective di New York, risolvere il caso diventa una questione di vitale importanza per la sua carriera e non solo. Nelle indagini è affiancato da Andy, la sua assistente, che non perde occasione per deriderlo e metterlo davanti ai suoi fallimenti professionali e personali. Tutto si svolge nella classica atmosfera da giallo noir, con la sola eccezione che si ride dall’inizio alla fine. La cornice del giallo è un pretesto per portare in scena una commedia brillante e dissacrante, dai ritmi serrati, divertenti, dove l’ironia dell’autore pervade la trama in ogni momento. Biglietto unico: 10 euro