Estate romana, Baldi: “Cancellare le notti di cinema a Piazza Vittorio è uccidere la cultura”

“Aver cancellato  l’Estate Romana ed eventi come Notti di Cinema a Piazza Vittorio, vuol dire far morire definitivamente quelle isole di cultura e aggregazione che ancora sopravvivevano in questa Città. Il grido di dolore dell’Anec /Agis Lazio, a cui mi associo, è il grido di dolore di una Città che non può rassegnarsi a situazioni come questa. Ho vissuto personalmente le notti a Piazza Vittorio: non solo cultura ma anche aggregazione e voglia di far vivere una piazza che adesso tornerà buia in tutti i sensi. Roma ha bisogno di accendere luci non di spegnerle. I teatri sono in crisi senza alcun aiuto, i cinema sono in crisi con pochi aiuti, se adesso chiudiamo anche una delle arene estive più importanti della Capitale è davvero la fine. E ricordiamoci che tutto questo per Roma ha sempre rappresentato una realtà importante anche sotto il profilo occupazionale: il cinema con Cinecittà (quasi chiusa pure quella) e tutte le sue maestranze, sono una risorsa che Roma deve recuperare. Io mi auguro e chiedo con forza che finita la campagna elettorale, i gossip, le liturgie partitiche, qualcuno, passando ora dalla protesta al governo, possa continuare a far vivere un’esperienza come quella di Notti di Cinema a Piazza Vittorio, uno dei fiori all’occhiello di questa Città”. Così in una nota Michele Baldi, Capogruppo della Lista Civica Nicola Zingaretti al Consiglio Regionale del Lazio.

I video del giorno

Informazioni su Emanuele Bompadre 10443 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.