6 dicembre 2016

Roma, arrestato un 25enne per detenzione ai fini spaccio: trovati nell’auto soldi e cocaina

Martedì scorso gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Casilino, diretto dal dr. Fabio Abis, hanno arrestato G.M. romano di 25 anni, per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

L’operazione, che ha portato all’arresto dell’uomo, è stata eseguita dagli investigatori della squadra di polizia giudiziaria nell’ambito delle attività volte al contrasto del traffico di stupefacenti soprattutto “cocaina”.

L’uomo, che è stato notato transitare a bordo di un’autovettura in via Bolognetta, quartiere della borgata Finocchio è stato seguito e fermato dai poliziotti per un controllo in via Roccaforte del Greco.

Addosso, il giovane nascondeva un’ingente somma di denaro e un manoscritto riportante nomi e cifre, il tutto riconducibile ad una presunta attività di spaccio. All’interno dell’auto invece, i poliziotti hanno rinvenuto un contenitore di plastica con chiusura a pressione contenente 5 involucri con dentro cocaina ed un mazzo di chiavi di un’abitazione.

Il ragazzo in un primo momento ha dichiarato agli agenti di vivere a casa di una zia ma, una volta arrivati all’indirizzo indicato, gli operatori hanno accertato che le chiavi rinvenute indosso al giovane non aprivano alcuna serratura.

Malgrado il ragazzo continuasse a dire che abitava con la zia, gli investigatori, anche grazie all’esame dello smartphone in suo possesso, sono riusciti a risalire all’effettiva dimora dello stesso. Così, arrivati in via Alfedo Blasi, in zona Torre Angela hanno proceduto alla perquisizione dell’effettiva abitazione del G.M.. Qui, i poliziotti hanno rinvenuto, all’interno della cucina, 30 involucri in cellophane trasparente contenenti cocaina ed una busta contenente ulteriore stupefacente per un peso complessivo di 115 grammi, oltre a materiale per il confezionamento delle dosi, un bilancino e sostanza da taglio.

Condotto negli uffici del commissariato, il ragazzo è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e, giudicato con rito direttissimo, condannato a 5 anni e 4 mesi di reclusione nonché al pagamento di 22 mila euro di multa.

 

About Samantha Lombardi 4017 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it