9 dicembre 2016

Cinzia Leone apre con successo il Teatro tra le porte

A Piazza Valchera: tutto esaurito. La prima serata della nuova stagione del “Teatro tra le porte”, a Frosinone ha registrato, subito, presenze da record. Tutte occupate le poltrone disposte nella piazza (definita da Cinzia Leone, mattatrice della serata, “ un vero salotto”); moltissimi gli spettatori, anche in piedi, che non hanno voluto rinunciare ad assistere a “Mamma, sei sempre nei miei pensieri. Spostati!”, esilarante monologo (anzi, dialogo…) portato in scena dalla popolare attrice romana, pur senza potersi accomodare in platea. Ha partecipato alla serata anche l’associazione di volontariato per i diversamente abili Siloe, pubblicamente menzionata, dal palco, dalla presentatrice Mary Segneri, e accolta da uno scroscio di applausi.
Lo spettacolo di Cinzia Leone ha regalato un’ora e mezzo di risate al pubblico intervenuto. Tema: la mamma, che sin dall’età della pietra pare avere le stesse preoccupazioni per la propria prole, legate al soddisfacimento di bisogni, appunto, primordiali. Divertentissimi anche i fuori programma dello spettacolo, come il dialogo con i bambini sotto al palco e la spontanea, genuina emozione di Cinzia a spettacolo terminato, con i ringraziamenti alla città e agli spettatori presenti.
“La rassegna teatrale estiva è ormai un elemento consolidato dell’offerta culturale della città. L’amministrazione Ottaviani ha puntato su un cartellone articolato, proprio per attrarre i diversi tipi di pubblico. Credo che il Teatro tra le porte sia diventato un marchio riconoscibile e dalla fama consolidata: al di là dei gusti personali, i nostri concittadini possono avere la sicurezza che ogni mercoledì, per due mesi,fino al 31 agosto, troveranno nel nostro centro storico spettacoli di qualità”, ha detto l’assessore alla cultura, Gianpiero Fabrizi. Il 13 luglio, invece, sarà la volta della compagnia teatrale “I Perplessi” con “L’incrocio – commedia brillante di 2 atti”, di Anna Mazzone e Aurelio Caressa. La trama della messinscena è sobria ed elegante e trae spunto dalla commedia dell’arte per imbastire, nella storia, giochi ed equivoci umoristici in un contesto di vita quotidiana dei nostri giorni. Da giovedì 7 a domenica 10 luglio, invece, piazzale Vittorio Veneto ospiterà il Festival Nazionale dei Conservatori italiani.

Fonte Fotogragica:  Stefano Strani