10 dicembre 2016

Yamaha al Civ 2016

Durante lo scorso fine settimana, al Mugello, ha avuto luogo il secondo round del CIV 2016 all’interno del quale corrono i monomarca Yamaha R3 Cup e R1 Cup, organizzati in collaborazione con AG Motorsport Italia e MotoXRacing.

Ottime prestazioni per le 300cc tre diapason che hanno conquistato prestigiosi podi nella SPORT 4T,classe nella quale si disputa anche la R3 Cup, con i piloti Luigi Montella e Pedro Javier Castano Illandello Junior Team AG Motorsport grandi mattatori: il napoletano ha infatti conquistato il secondo posto in Gara 1, mentre lo spagnolo ha dato conferma del proprio talento salendo sul primo gradino di Gara 2 eportandosi al comando sia in classifica assoluta CIV Sport 4T che in quella del trofeo.

Michael Mazzina ha infilato invece una clamorosa doppietta nel trofeo dedicato alle nuove YZF-R1 e YZF-R1M in configurazione stock, rendendo quindi sempre più concreta anche la possibilità di ottenere una wild card nella classe Stock 1000 del Mondiale a Jerez con il Team Pata, gestito sempre da MotoXRacing.

Il prossimo appuntamento per entrambi i trofei è per il 30/31 luglio presso il Misano World Circuit “Marco Simoncelli”.

R3 CUP – A causa dell’elevato numero di partecipanti nella classe Sport 4T, dove gareggiano le 300 iscritte alla R3 Cup, si è svolta una “gara di qualifica” per selezionare i primi ventidue (su venticinque sfidanti), perGara 1 e Gara 2. La pole della prequalifica è di Lorenzo Alberti, proveniente dalla Yamaha R125 Cup, ma il vincitore è proprio il campione in carica del trofeo dedicato all’ottavo di litro Yamaha Lorenzo De Pera, anche lui appartenente allo Junior Team AG Motorsport Italia. In Gara 1, allo spegnersi dei semafori, si assiste ad una partenza davvero serrata: Luigi Montella, in sella alla sua R3, riesce a tenere testa agli avversari ed innesca un’emozionante bagarre con una Honda e la Yamaha di Pedro Javier Castano Illan. All’inseguimento del gruppo di testa c’è Marco Carusi che, a causa di una scivolata, è però costretto al ritiro. Paolo Giacomini, del team Terra e Moto, chiude in settima posizione, mentre Montella alla fine è costretto ad accontentarsi delsecondo gradino del podio. Anche in Gara 2 si evince immediatamente la sete di vittoria dei partecipanti. I semafori si spengono e, in una volata di gruppo, Pedro Castano dello Junior Team AG Motorsport Italia riesce a spuntarla su Nicola Di Rago, secondo con una Kawasaki 300, e Lorenzo Segoni, terzo su una Honda 500. Luigi Montella, sfruttando la bagarre alle sue spalle, chiude in volata con la sua R3 in quarta posizione. Ottimi risultati anche per Paolo Giacomini, del team Terra e Moto, che chiude in sesta posizione davanti a Marco Carusi. Lorenzo De Pera, dopo un’incredibile rimonta dal ventunesimo posto, è sfortunatamente costretto al ritiro per via di una scivolata.

R1 CUP – Emozioni anche per il secondo round stagionale della nuova R1 Cup. Un fine settimana davvero di pure adrenalina che vede trionfare Michael Mazzina con oltre sei secondi di scarto su Luca Pedersoli.Chiudono in terza e quarta posizione Lorenzo Renaudo e Alessandro Simoneschi. Gara da dimenticare invece per Emanuele Russo. Il poleman del team MotoXracing esce infatti di scena nel corso del primo giro, lasciando così la strada spianata a Mazzina che, in mancanza del rivale, ha più facilità a conquistare il gradino più alto del podio. In questo secondo round, il pilota sondriese guadagna quindi venticinque punti in classifica assoluta che, sommati ad altri tre per aver registrato il miglior crono sul giro di 1’54.44, gli permettono di avvicinarsi ulteriormente anche alla possibilità di correre come wild card nella Stock 1000 a Jerez con il Team Pata. Ciò a conferma del carattere particolare del trofeo della 1000 di Iwata, vero e proprio palcoscenico di assoluto prestigio e valore per i piloti più promettenti del panorama motociclistico nazionale.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5996 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.