10 dicembre 2016

Ladispoli rende omaggio alle Capitanerie di Porto

L’Amministrazione comunale rende noto che questa mattina, nell’anno in cui ricorre il 150° Anniversario dall’istituzione del Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera, in via Flavia angolo via Odescalchi, è stato intitolato Largo delle Capitanerie di Porto. Alla intitolazione, oltre alle autorità civili e militari, hanno preso parte il sindaco Crescenzo Paliotta e il Direttore Marittimo del Lazio, Contrammiraglio Giuseppe Tarzia, il direttore di Castalia Lorenzo Barone e il direttore generale di Marevivo Carmen Di Penta.

Nel Largo delle Capitanerie di Porto è stata posizionata un’ancora, modello hall di cinque tonnellate, che è stata donata dalla società Castalia e dall’associazione Marevivo.

“Ladispoli – ha detto il sindaco Paliotta – ha voluto rendere omaggio a quanti assicurano la sicurezza dei nostri confini costieri e della navigazione, portando soccorso a tutti coloro che in mare sono in difficoltà. Senza alcuna distinzione perché il salvataggio in mare è da sempre una legge scritta nei cuori della gente di mare, prima che nelle carte e nei regolamenti. Siamo orgogliosi di quanto fanno le donne e gli uomini delle Capitanerie, soprattutto nel canale di Sicilia e nel Mediterraneo dove migliaia di vite sono state salvate da persone in divisa che agiscono con passione, eroismo e abnegazione. E, naturalmente, ringraziamo la Capitaneria per quello che fa giornalmente nel nostro territorio a protezione non solo delle persone ma anche dell’ambiente e del mare, che per noi e’ una grande risorsa da salvaguardare. Per Ladispoli questa giornata ha un valore ancora più ampio: la Ladispoli che conosciamo é nata 125 anni fa come stazione per i bagni al mare dei romani ma la storia di questo territorio inizia quasi tremila anni fa, sempre con un forte legame con il mare: il porto etrusco di Alsium, poi quello romano l’Alsium colonia romana sul mare e dal 1400 fino al 1700 l’approdo di Palo con l’unico punto di ricovero sicuro tra Roma e Civitavecchia. E proprio a Palo già dall’inizio del ‘900 c’era una delle stazioni dell’autorità marittima, spostata poi a Ladispoli nel 1912 con un regio decreto. Un legame antichissimo quindi unisce Ladispoli al mare, alla navigazione e alla Capitaneria di porto. Un legame che questa mattina abbiamo rinsaldato, non solo con l’intitolazione di un luogo importante della città, ma anche con l’apposizione di un’ancora, da sempre simbolo di chi va per mare, ma anche simbolo si saldezza, di stabilità, di sicurezza. Un ringraziamento a tutti coloro che si sono impegnati nella riuscita della manifestazione e tutti coloro che hanno reso possibile che questo luogo fosse abbellito da questa magnifica ancora, in particolare alla società Castalia e all’associazione Marevivo che l’hanno donata”.

“A Ladispoli, grazie alla sinergia tra Guardia Costiera ed Amministrazione comunale, la sede dell’Ufficio Locale Marittimo di Ladispoli – ha detto il Contrammiraglio Giuseppe Tarzia- ha recentemente trovato nuova collocazione in località Marina di San Nicola, presso uno stabile sequestrato alla criminalità organizzata, con significativi benefici per l’efficacia ed efficienza dei servizi svolti. La città di Ladispoli ha poi potuto concretamente constatare la qualità delle azioni di polizia ambientale effettuate nell’entroterra dal personale della Capitaneria di porto di Civitavecchia. Un’attività investigativa lunga, complessa e meticolosa, svolta presso impianti di depurazione, insediamenti urbani ed industriali, che oggi consente di affermare che quel che giunge sul litorale di Ladispoli, tramite i corsi d’acqua superficiali che vi sfociano, è più pulito, meglio depurato, e non potrà che migliorare la qualità dell’ecosistema e dell’habitat marino del territorio, con innegabili benefici anche sull’immagine turistica dei luoghi. L’evento di oggi conclude un lungo percorso iniziato oltre un anno fa, che ha visto intitolare al Corpo vie, piazze, moli, rotatorie e promontori su tutto il territorio della Regione Lazio, ed in particolare nelle città di Gaeta, Anzio, Fiumicino, Ponza, Minturno, Montalto di Castro, Santa Marinella, San Felice Circeo, Pomezia e, naturalmente, di Civitavecchia, proprio in occasione della celebrazione nazionale del 150° Anniversario dalla fondazione del Corpo, tenutosi lo scorso 20 luglio 2015. I festeggiamenti si concluderanno il 13 luglio alle 19.30 presso il Forte Michelangelo di Civitavecchia, con un evento aperto alla cittadinanza e cui parteciperanno le principali autorità civili, militari e religiose, proprio laddove si era aperta l’importante ricorrenza con una cerimonia nazionale”.

About Ruggero Terlizzi 2881 Articoli
Ruggero Terlizzi è il classico nerd, tecnologia, fumetti, videogames, serie tv e tutto quello che è classificabile nella categoria. È un ottimo disegnatore e ha sempre a portata di mano un taccuino dove fare qualche schizzo. Appassionato anche di auto ha tenuto la rubrica motori su Il Tabloid Motori e da settembre gestisce la rubrica Tech su Il Tabloid.it