5 dicembre 2016

Italicum, Toninelli, M5S: “Siamo disposti a perdere pur di far vincere una buona legge elettorale”

Danilo Toninelli, deputato del M5S e membro della Commissione Affari costituzionali alla Camera, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

In merito all’Italicum. “Noi siamo disposti a perdere pur di far vincere una buona legge elettorale –ha affermato Toninelli-. Di legge elettorale i cittadini non mangiano, ma è comunque la strada che porta i cittadini ad eleggere il parlamento. Con l’Italicum oggi possiamo vincere, anche se chi l’ha scritta ha detto chiaramente che era stata pensata per non far vincere il M5S. Loro hanno continuato a fare leggi pessime, disinteressandosi dei cittadini e le cose ora sono cambiate, i cittadini hanno piano piano iniziato a conoscerci e a non votare più loro. Questa legge ci può far vincere, ma non ci interessa vincere con una pessima legge elettorale. Se noi vincessimo le elezioni l’anno prossimo, il Senato sarebbe comunque per la maggior parte del centrosinistra. Non ci sono preferenze, comanda il capo partito, si accresce il leaderismo anche nelle candidature. Se tu metti il ballottaggio vuol dire che due persone, che non sono due sindaci, si contendono la vittoria e poi chi vince si porta dietro più di 300 parlamentari che non rispondono ai cittadini ma al loro capo che li ha portati lì. Questo significa che i cittadini non contano più nulla e si allontaneranno ancora di più dalla politica. Noi abbiamo ideato una legge che è all’opposto. Vogliamo che gli eletti dipendano dai cittadini, da chi gli ha dato i voti”.

“E’ da più di 3 anni che siamo in Parlamento –ha aggiunto Toninelli-. In questi anni la maggioranza ha fatto 13 provvedimenti a favore delle banche, 5 che riguardano i partiti, altri che riguardano le lobby. Noi ci siamo stancati di parlare di questi argomenti. Queste cose fanno incazzare la gente. Non capiscono che se vanno avanti così ce lo stanno cucendo il tappeto rosso verso il governo, indipendentemente dalla legge elettorale. Noi abbiamo fatto quello che avevamo promesso prima di entrare in Parlamento”.

Su Roma e la giunta Raggi. “Se passa una settimana in più del previsto non mi sembra una tragedia, dopo quello che è successo a Roma in questi anni –ha spiegato Toninelli-. Possiamo commettere degli errori, sicuramente li commetteremo, ma saranno in buona fede. Credo sia giusto collaborare con tutti, ma soprattutto con i cittadini. Quando diciamo ai cittadini di aiutarci a governare lo diciamo con serietà, così come diciamo alle altre forze politiche di recuperare credibilità e di darci una mano”.

Fonte: Radio Cusano Campus

About Emanuele Bompadre 8227 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.