6 dicembre 2016

Dopo Russia e Cina, Scuole Calcio gestite da italiani anche in Inghilterra, Ucraina e Moldavia

“Se l’Inghilterra è uscita dalla Comunità europea, sarà la Sport Man a portare gli operatori del football oltre Manica per espandere il proprio brand ed aprire nuove Scuole calcio nel Regno Unito”.

Con queste parole il manager e procuratore sportivo, Alessio Sundas, ha annunciato che si sta ampliando in tutta Europa il progetto intrapreso dalla Sport Man che ha già permesso di avviare le procedure per convogliare a Mosca e Pechino professionisti italiani in grado di apportare uno sviluppo tecnico ed organizzativo di spessore. Un programma molto articolato che permetterà di esportare la grande professionalità di tanti operatori del settore calcistico che potranno proporsi per questa innovativa esperienza.

“Proprio in queste ore il Progetto Scuola Calcio Sport Man – prosegue il procuratore Sundas – è stato sottoscritto con realtà sportive di Inghilterra, Ucraina e Moldavia. Dove, così come sta per accadere in Russia e Cina, pianificheremo una serie di affiliazioni tra la Sport Man e numerose Scuole Calcio. Esistono molti talenti calcistici in quelle nazioni che spesso non riescono a sbocciare per mancanza di adeguate strutture e maestri da cui poter apprendere preziosi insegnamenti. O solo perché non sono notati dai talent scout giusti. La Sport Man ancora una volta invita allenatori, massaggiatori, tecnici, fisioterapisti, medici, preparatori atletici ed altre figure professionali omogenee al progetto a contattarci per cogliere al volo questa importante opportunità lavorativa. Sotto l’egida della Sport Man avranno le porte spalancate per operare in queste Scuole Calcio. I Campionati Europei stanno dimostrando che si affacciano realtà nuove nel panorama calcistico, come Galles ed Islanda ad esempio, vogliamo andare a scovare campioni in tutto il mondo. E creare nel contempo nuovi posti di lavoro, esportando l’alta professionalità italiana. Invitiamo tutti coloro che fossero interessati a questo progetto professionale in Inghilterra, Ucraina, Russia, Moldavia e Cina a contattarci attraverso i nostri siti internet www.sportman.info e www.procuratorisportivi.eu”.