8 dicembre 2016

Arenile Dance Festival 2016

Domani, martedì 5 luglio alle 19, in occasione dell’Arenile Dance Festival, la compagnia Marco Auggiero MART Company, metterà in scena sfruttando le luci del tramonto la nuova produzione “Ovo”, spettacolo ospite e vincitore del primo premio al concorso coreografico del festival Oriente e Occidente di Rovereto, tra i più prestigiosi in Europa (via Coroglio 14, ingresso gratuito). Il tutto arricchito da un dj set che darà il tocco finale alla serata coinvolgendo il pubblico e tutti i partecipanti.

 

LO SPETTACOLO. Il nuovo progetto di Auggiero, per la sua compagnia di dieci danzatori, è omaggio alla sua città, Napoli, e una riflessione ad ampio spettro sulle mutazioni genetiche. Partito dalla leggenda partenopea di Castel dell’Ovo secondo cui il destino del castello e dell’intera città di Napoli sono legati a quell’uovo nascosto dal poeta Virgilio nei sotterranei della fortezza costruita sull’isolotto di Megaride, Auggiero si spinge al concetto di evoluzione/involuzione della specie. L’uovo è innanzitutto ovulo, ovvero gamete femminile fonte di vita, seme originario da cui si sviluppa l’essere umano minacciato da continue mutazioni che regolano l’intero ciclo della vita, animale e vegetale. Ma l’affondo di Auggiero va oltre: “L’uovo transgenico è la nascita di una nuova specie vivente? E’ una nuova alba? Oppure è l’estinzione dell’essere umano così come lo conoscevamo?”.

 

LA SPECIAL GUEST. La kermesse, che terminerà venerdì 8 luglio, è diretta dallo stesso Marco Auggiero e vedrà martedì 5 (dalle 15,30 alle 18,30) e giovedì 6 luglio (dalle 11,30 alle 14,30) come special guest il coreografo di fama internazionale Bill Goodson che terrà le lezioni di jazz funk. Goodson ha lavorato con Michael Jackson, Paula Abdul, Diana Ross, Renato Zero, Steve Winwood e Gloria Estefan, al Moulin Rouge di Parigi. Ha insegnato allo “Studio Harmonic” di Parigi, al “Ballet Academien” di Stoccolma e al “Broadway Dance Center” di Tokio. In Italia è conosciuto per i programmi “Torno sabato” di Giorgio Panariello e “Chiambretti Night”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.