9 dicembre 2016

Anagni, presentatala delibera per la riorganizzazione dell’ex ospedale

Il sindaco Fausto Bassetta e il consigliere comunale Fabio Roiati (politiche sanitarie) hanno illustrato, durante una conferenza stampa, la delibera che tutti i Consigli comunali dei centri che fanno riferimento al presidio sanitario di Anagni approveranno per chiedere un decreto per il riconoscimento di stato di emergenza socio-economico-ambientale e sanitaria per il territorio e la conseguente riorganizzazione dell’ex ospedale.

La richiesta è stata già inoltrata lo scorso aprile in forma di istanza al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin  e al Governatore del Lazio, Nicola Zingaretti,  firmata dai sindaci di Anagni (Fausto Bassetta), Acuto (Augusto Agostini), Filettino (Paolo De Meis), Fiuggi (Fabrizio Martini), Paliano (Domenico Alfieri), Piglio (Mario Felli), Serrone (Natale Nucheli), Sgurgola (Antonio Corsi) e Trevi nel Lazio (Silvio Grazioli) che hanno ora deciso di rafforzare la loro azione con una delibera consiliare (ad Anagni verrà adottata domani 1 luglio).

Il sindaco Bassetta e il consigliere comunale Fabio Roiati hanno spiegato che tale richiesta ora è possibile perchè, per stessa dichiarazione ufficiale della Regione Lazio, si torna ad investire in sanità.

La delibera ripercorre l’iter che ha portato al declassamento della struttura di Anagni con il suo progressivo depotenziamento fino alla chiusura dei reparti di degenza, come accaduto in altri quattro ospedali della provincia causando negli ultimi due anni – hanno ricordato Bassetta e Roiati – un drammatico stato di emergenza sanitaria in tutta la Ciociaria, in particolare nell’area nord della provincia.

L’ordine del giorno da portare in Consiglio illustra, quindi, l’emergenza che quotidianamente si affronta nei pochi Pronto Soccorso funzionanti. In quanto all’area nord della provincia, il documento rileva anche le ulteriori criticità legate ai problemi ambientali e sanitari della Valle del Sacco (eccesso di mortalità per tutte le cause secondo il rapporto epidemiologico Sentieri) e agli stabilimenti industriali “ad alto rischio di incidente rilevante” censiti dalla Direttiva Seveso.

Queste le principali premesse per chiedere il riconoscimento di stato di emergenza socio-economica-ambientale e sanitaria del territorio nord della provincia di Frosinone e dotare la struttura sanitaria di Anagni di quanto necessario per rispondere  alle esigenze della vasta utenza attraverso la riattivazione di un Pronto soccorso presidiato da un organico medico dedicato all’emergenza; una Chirurgia elettiva che effettua interventi in Day surgery; una unità di anestesia e sale operatorie; servizi di Radiologia; servizio di Laboratorio per indagini in pronto soccorso e altri servizi.

Alla conferenza stampa ha partecipato il presidente del Consiglio comunale di Anagni, l’avvocato Giuseppe Felli, che ha portato il suo contributo alla stesura dell’ordine del giorno.

About Samantha Lombardi 4032 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it