2 dicembre 2016

Assicurazione auto: alla ricerca della polizza perfetta

 

Ogni volta che si deve rinnovare la polizza auto inizia una vera e propria crociata, l’obiettivo principale è quello di risparmiare il più possibile, senza però rinunciare alle garanzie di copertura, perché il rischio principale in questi casi è passare dalla soddisfazione di aver fatto un buon affare con l’assicurazione auto, alla delusione di non avere l’intervento della compagnia assicurativa in caso d’incidente. Eh sì, chiamare in preda alla disperazione in caso di sinistro il proprio consulente e sentirsi dire che per una piccola clausola che non avevamo calcolato dobbiamo arrangiarci, oppure sentirsi dire che non abbiamo una particolare garanzia accessoria, sono i momenti che nessuno di noi vorrebbe mai vivere, perché dal risparmio della polizza auto si passa a spese inaspettate e soprattutto molto onerose per pagare danni che pensavamo di non dover coprire. La distanza tra soddisfazione e delusione nel campo assicurativo, in fondo, è davvero millimetrica.

Ma passiamo a capire come fare per evitare tutto quello che abbiamo appena descritto: per prima cosa è bene scegliere un comparatore di polizze di fiducia, così da avere la certezza di ricevere i migliori preventivi, perché la polizza perfetta nasce dal preventivo migliore, quindi la base di tutto è trovare la compagnia assicurativa con l’offerta giusta per la vostra auto.

Sul comparatore, nella schermata principale, vengono richieste la data di nascita del contraente e la targa del veicolo; in seguito si dovranno inserire alcuni dati come, ad esempio, se avete vuoto sospensioni di patente, se siete l’unico conducente ed altri dati utili a calcolare il corretto preventivo. Poi si arriva alla pagina delle garanzie accessorie, sono sicuramente quelle che determinano l’aumentare del costo della polizza, ma non si devono ignorare, perché sono il metro della nostra serenità, infatti per avere la tranquillità di aver scelto la polizza che maggiormente soddisfa le nostre esigenze è sicuramente il maggior numero di possibili interventi della compagnia assicurativa, ad esempio per atti vandalici, per furto o incendio, per la rottura dei cristalli o per l’assistenza in caso d’incidente, ma questi sono solo alcuni esempi.

Scelte le garanzie accessorie, che sono la serenità di ogni conducente, è possibile andare oltre nella richiesta di preventivo e ricevere l’elenco dei vari prezzi suddivisi per compagnia assicurativa. A questo punto non resta che scegliere dove rinnovare la nostra polizza, e se abbiamo seguito attentamente tutti i passaggi, leggendo con attenzione ogni clausola, con l’accortezza di pensare sempre a tutte le possibili problematiche che ci vengono in mente e trovando soluzione tramite le garanzie accessorie, a questo punto la certezza di aver scelto la miglior polizza possibile è sicura.

Altro consiglio utile è quello di tenere sempre il numero di assistenza o del nostro consulente all’interno dell’auto, perché in caso di sinistro è sempre nella norma avere dei dubbi o delle domande da porre alla compagnia assicurativa, anche solo per un controllo sulla copertura assicurativa della persona con la quale si è avuto l’incidente. Con le nuove normative infatti non esiste più l’obbligo di esporre il tagliando assicurativo, e quindi non è più immediato sapere se l’altra persona in caso di sinistro ha la regolare copertura, a quel punto è possibile rivolgersi al proprio consulente che tramite numero di targa saprà immediatamente darvi delucidazioni in merito.