6 dicembre 2016

Presentata l’edizione 2016 di Malazè

Si è tenuta sabato 25 giugno nella suggestiva Villa Avellino Historic Residence di Pozzuoli la presentazione dell’XI edizione di Malazè, l’evento enoarcheogastronomico che coinvolge la comunità dei Campi Flegrei. La presentazione è stata preceduta dalla visione del film-documentario “Mirabiles. I custodi del mito” di Marco Perillo e Alessandro Chetta. Il film – che sarà riproposto a settembre – è un omaggio agli assuntori di custodia di alcuni suggestivi siti archeologici. Dopo la presentazione ha avuto inizio il Press Tour – ribattezzato “nun vac e press Tour” – che ha portato i giornalisti e blogger presenti a visitare il Rione Terra con il percorso archeologico sotterraneo, il Duomo e il Museo Diocesano e il borgo vicereale.

“Quest’anno Malazè durerà un fine settimana in più – ha spiegato Rosario Mattera, ideatore ed organizzatore di Malazè – si partirà il 3 settembre e finirà il 18 settembre. Tra le novità il primo salone dei Vini a “piede franco”, una delle caratteristiche più importanti del nostro territorio. Tra le altre novità della XI edizione i quattro percorsi a tema – miti e storie, gusto, archeologia e natura – che si terranno a Pozzuoli, Quarto, Bacoli, Monte di Procida, Napoli e isola di Procida. Tutte le iniziative sono in esclusiva per Malazè”.

Ancora una volta la rassegna farà scoprire luoghi dei Campi Flegrei normalmente chiusi al pubblico o difficilmente accessibili, tra cui la necropoli pagana e paleocristiana di San Vito a Pozzuoli e la riserva Wwf degli Astroni.

Tra le iniziative di settembre: a Pozzuoli evento nel Giardino dei Tibicines, sito archeologico dei flautisti Romani; visita alle aziende a Km 0 di Monte di Procida; rievocazione del mito di Miseno e della morte di Agrippina a Bacoli; birdwatching sul lago d’Averno; escursione sul lago Fusaro alla riscoperta di conchiglie; rarità video e foto dei Campi Flegrei e Pozzuoli; maratona fotografica nel centro storico di Pozzuoli; visite alla Città Sommersa; visite alla grotta dei pipistrelli e sii archeologici di Quarto; TrekkingYoga all’ombra dell’antica Puteoli, pesca turismo a Monte di Procida; winebiketour per le cantine e colline; tour per orti e giardini dell’ Isola di Procida; Un tuffo nella storia ….e poi a cena con i romani alla città sommersa di Baia.

Ma le sorprese non finiscono qui, perché in programma ci sono ancora: poesia, arte, musica, alta cucina e street food, performance teatrali, buon vino dei Campi Flegrei, tutti ingredienti che caratterizzano la rassegna e che ne fanno uno degli eventi diffusi più grandi e importanti della Campania.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5959 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.