6 dicembre 2016

Ferentino, assegnato il Premio Ferentino al dott. Sergio Del Ferro

 

Il giorno 3 giugno, il sindaco, Antonio Pompeo, con la commissione del Premio Ferentino per promuovere lo sviluppo e la valorizzazione del territorio, composta da Ivana Ait, Lucia Di Torrice, Francesca Romana Stasolla, ha conferito il premio Ferentino al dott. Sergio Del Ferro, che ha presentato un’opera originale su: La formazione del confine meridionale del Ducato Romano: dinamiche di popolamento nel Lazio meridionale tra Tardo Antico e Medioevo.  

Queste le motivazioni: “Lavoro inedito ma già maturo del giovane studioso che mostra di possedere una profonda conoscenza del territorio del Ducato romano e delle sue dinamiche di trasformazione. L’analisi, condotta con rigore metodologico, va ben oltre la fine del Ducato romano e la nascita dello Stato pontificio. La rivalutazione del cosiddetto ‘secondo incastellamento’ (la questione delle nuove fondazioni è di portata ben maggiore di quanto si potesse pensare come emerso da un recente convegno) effettuata da Sergio del Ferro, ha evidenziato, tra l’altro, il ruolo dei castra specialia, tra cui anche quello di Ferentino, creati dal Papato fra XII e XIII secolo a difesa dei confini.”

Il sindaco, Antonio Pompeo: “La collaborazione costante delle soprintendenze e del Ministero dei Beni Culturali dimostra come l’insieme dei lavori promossi dal Centro di Studi Internazionali G. Ermini, proficuamente continuati dal 1988 ad oggi, abbia contribuito alla valorizzazione culturale di questo territorio e abbia concorso alla promozione di studi specializzati, per conoscere sempre più e sempre meglio il patrimonio artistico e culturale del basso Lazio.”

Il vincitore, prof. Sergio Del Ferro, specializzatosi in Archeologia, si è addottorato nel 2013 in Archeologia post-classica, presso l’Università La Sapienza di Roma. I suoi interessi di ricerca vertono sulla topografia del Lazio meridionale, sull’archeologia funeraria, sulla ceramica medievale. I primi risultati degli studi, sulle dinamiche insediative nel Lazio meridionale, sono confluiti in una monografia dal titolo: Castrum Montis Sancti IohannisArcheologia e storia di un insediamento medievale. Ha numerose collaborazioni professionali con la Soprintendenza Archeologia del Lazio e dell’Etruria meridionale, come responsabile di ricognizioni e di cantieri archeologici nel Lazio meridionale e settentrionale, fra i quali spicca per continuità la ricerca stratigrafica a Leopoli-Cencelle, cimitero della chiesa di S. Pietro, diretta dall’Università La Sapienza di Roma. Ha svolto un corso di Archeologia cristiana come professore invitato presso la Pontificia Facoltà Teologica Teresianum di Roma (anno accademico 2015-2016), oltre a didattica integrativa ed attività di correlatore di tesi presso l’Università La Sapienza di Roma. E’ cultore della materia per il settore disciplinare: Archeologia cristiana e medievale. Ha partecipato a convegni nazionali ed internazionali.

 

About Samantha Lombardi 4017 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it