4 dicembre 2016

Mondiale Motocross, weekend difficile per il Team TM in MX2 con Bernardini

Si è concluso ieri, a Mantova il Gran Premio della Lombardia, caratterizzato da un caldo africano che ha messo a dura prova la resistenza fisica dei piloti influenzandone le performance. Per il Team TM Factory non è stato, in generale, un fine settimana soddisfacente, a causa di eventi come l’infortunio di Alessandro Manucci, pilota schierato nell’Europeo MX 125 cc, che durante le qualifiche ufficiali è stato vittima di una caduta che gli ha causato una frattura al piede destro, costringendolo al ritiro. Diversa la gara di Paolo Lugana che, partito molto bene in Gara 1, si è piazzato nelle prime posizioni, restando incollato ai primi per metà gara fino a quando non ha iniziato a soffrire per le temperature africane, commettendo errori che lo facevano retrocedere fino al 19° posto, posizione con cui ha chiuso la gara. Non è andata meglio la seconda manche dove si è toccato con un pilota ed è stato costretto ad abbandonare la competizione a causa della rottura del cambio.

Thomas Traversini, Commissario Tecnico FMI, ha commentato così la gara: “Manucci si è fratturato due metatarsi del piede destro e ne avrà almeno per 15 giorni. Purtroppo la sua partecipazione alla prima finale dell’Italiano MX Junior – in programma il 10 luglio a Ponte a Egola (PI) – è in dubbio. Lugana in gara1 è stato a ridosso della top5 nei primi giri, poi ha commesso un errore e ha alzato troppo il ritmo”.

Sembrava che il Team TM, dopo i risultati deludenti della classe125, potesse rifarsi con Samuele Bernardini nella MX2 grazie al buon esito delle prove cronometrate dove si è posizionato al sesto posto, ed all’ottava posizione delle qualifiche ufficiali. Nella prima manche Bernardini, dopo un’ottima partenza, si è ritrovato tra i primi dieci ma, a causa del gran caldo, ha commesso degli errori che lo hanno fatto retrocedere dall’8° al 13° posto. La seconda manche ha avuto un coprotagonista, il caldo, che ha pesato enormemente sull’esito della gara. Samuele Bernardini, partito con difficoltà, ha recuperato fino all’undicesimo posto, poi a metà gara è rientrato in pit-lane per idratarsi ed ha successivamente ripreso la gara concludendo la sua giornata al 20° posto.

Marco Ricciardi, Team Manager TM, commenta così la gara: “Fine settimana da dimenticare. Sabato siamo andati abbastanza bene nonostante il caldo. Domenica si pensava di poter fare bene ma le temperature proibitive hanno messo a dura prova Samuele. In gara 1 siamo riusciti a concludere 13°, in gara 2 si pensava di poter ottenere lo stesso risultato ma “Berna” si è dovuto fermare per idratarsi. Abbiamo tre settimane per lavorare ed andare all’attacco nelle prossime gare.”

I piloti del Team TM Factory torneranno in pista il 24 luglio a Loket, in Repubblica Ceca.