9 dicembre 2016

Roma, ricettazione, furti, rapine e spaccio, 18 arresti nel week end

Nella lotta allo spaccio e alla detenzione di sostanza stupefacente, il quartiere di San Basilio continua ad essere nel mirino della Polizia di Stato.

147 bustine di plastica trasparente, 16 piante di canapa indiana di circa 50 cm, è quanto gli agenti del commissariato San Basilio hanno trovato giovedì mattina.

M.F, queste le iniziali dell’uomo (56 anni), arrestato per produzione detenzione e spaccio di marijuana.

Altri tre arresti ad opera degli uomini del Commissariato Esquilino: S.P, (36 anni) romeno, è stato arrestato dai poliziotti fuori da un supermercato dal quale aveva prelevato, senza pagarle, diverse bottiglie di superalcolici nascondendole nei suoi indumenti; gli altri due uomini, invece, entrambi stranieri, sono stati bloccati in due diverse operazioni per rispondere di detenzione e spaccio nonché, uno dei due, anche di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Avevano invece rubato un borsello ad un anziano signore i due uomini (46 e 49 anni) arrestati nel quartiere nomentano dagli agenti del Reparto Volanti.

Arresti anche nella zona di Porta Pia, dove i poliziotti del Commissariato di zona hanno tratto in arresto M.F (22 anni) magrebina e M.O (32 anni) gambiano. La prima, che dovrà rispondere del furto di uno smartphone, ha fatto di tutto per sottrarsi agli agenti, ma anche grazie all’intervento di un’altra pattuglia, questa volta del commissariato San Lorenzo, la sua fuga ha avuto una breve durata. Il secondo, invece, un cittadino gambiano (32 anni), è stato invece sorpreso mentre cedeva una dose di eroina ad un giovane tossicodipendente.

Al Pigneto, a finire in manette è stato O.N.N. (30 anni) nigeriano, trovato in possesso di droga. L’uomo, fermato dagli agenti del Commissariato Porta Maggiore, alla vista degli uomini in divisa ha ingerito un   ovulo di eroina ma ciò non è bastato per sfuggire all’arresto in quanto nel corso della perquisizione è stato trovato in possesso dell’hashish. Poche ore dopo, gli stessi agenti, sempre nel triangolo del Pigneto, hanno arrestato T.K., tunisino di 34 anni; vendeva hashish che nascondeva in una aiuola.

Provento di un precedente furto, l’autovettura recuperata dagli agenti del Commissariato Lido di Roma.

A bordo della macchina due cileni, bloccati dai poliziotti dopo alcune segnalazioni da parte dei residenti del litorale romano.

Identificati per P.M.G.A, (27 anni) e R.R.A.E. (28 anni), i due sudamericani saranno giudicati presso il Tribunale di Roma per il reato di ricettazione.

A finire in manette in zona Salario Parioli, invece, S.W (33 anni) romano, arrestato dagli uomini del Commissariato di zona per detenzione e spaccio.

A tradire C.A (41 anni), romano, con numerosi precedenti di polizia, che aveva appena tentato di rapinare, armato di siringa, una pizzeria in zona portuense, è stata una vistosa sciarpa gialla con la quale aveva tentato di coprirsi il volto.

Aveva rubato un portafogli a bordo di un autobus; un algerino (58 anni), è stato arrestato dagli agenti del commissariato S. Ippolito mentre cercava di scappare, aggredendo il malcapitato utente che infuriato tentava di bloccarlo.

E sempre per un borseggio in zona Termini un romeno (48 anni) è stato arrestato dagli agenti del Reparto Volanti.

E’ stato invece bloccato e arrestato per tentato furto aggravato, dagli agenti del commissariato Primavalle e da quelli del Reparto Volanti, all’interno di un noto ospedale della capitale, C.D, italiano (41 anni).

L’uomo, già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, dopo essersi fatto trasportare all’ospedale con l’ambulanza per un malore, ha tentato di aprire e svaligiare gli armadietti riservati al personale paramedico.

A.B., marocchino di 23 anni, nascondeva la cocaina da spacciare sotto i sacchetti di sabbia di un cantiere edile nei vicoli di Trastevere; l’escamotage non è sfuggito agli investigatori del vicino commissariato che lo hanno arrestato al primo tentativo di spaccio.

L’ultimo arresto in ordine di tempo è quello di F.B, originario delle Isole Filippine di 28 anni. Gli agenti della squadra di P.G. del commissariato Celio lo hanno arrestato poche ore fa mentre vendeva “fumo” ai frequentatori della movida in via S. Giovanni in Laterano.

About Samantha Lombardi 4028 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it