7 dicembre 2016

Viterbo, Caffeina: gli appuntamenti principali

VENERDI’ 24 GIUGNO

Giovanni Floris arriva a Viterbo per presentare, alle 18.00 presso Palazzo Gentili, il suo romanzo La prima regola degli Shardana (Feltrinelli), una storia di speranza che parla dell’amore per il calcio. La felicità dell’attesa (Mondadori) è il primo libro della nuova saga famigliare di Carmine Abate, presentata alle 19.00 nel cortile Holden. Massimo Bisotti torna a far parlare di sé, e a parlare lui stesso: alle 19.00 in piazza del Fosso con Un anno per un giorno (Mondadori) –  un libro in cui i veri protagonisti sono il valore del tempo e l’importanza delle occasioni. Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini presentano il seguito di Suburra: La notte di Roma (Einaudi), romanzo ricco di riferimenti a fatti politici di recente memoria, che attraversa vita e malavita della Capitale, alle 21 nel Cortile del Palazzo dei Priori. Paolo Di Paolo sarà nel Cortile Holden col suo Una storia quasi solo d’amore dalle 21.30: un amore che sboccia a teatro. Novità assoluta del 2016: arriva dal Salento l’Orchestra Popolare “La Notte della Taranta”, la più significativa manifestazione della cultura popolare a livello europeo, si esibisce a Caffeina in piazza San Lorenzo alle 21.30. Caffé Amaro (Feltrinelli) è l’ultimo libro di Simonetta Agnello Hornby presentato alle 22.30 nel cortile del Comune. Un romanzo in cui si torna nell’Agrigento di inizio Novecento, quando la quindicenne figlia di socialisti Maria e il baronello trentaquatrenne Pietro Sala convolano a nozze. Contemporaneamente, nel Parco del Paradosso, l’attore Marco Bocci parla del suo esordio letterario con A Tor Bella Monica non piove mai (De Agostini – Bookme). Conclude alle 23 nel cortile Holden la prima serata di eventi Diego De Silva, autore del grande successo letterario Terapia di coppia per amanti (Einaudi). 

SABATO 25 GIUGNO

Marco Tardelli, insieme alla figlia Sara, parla della storia che l’ha portato al calcio e di come gli ha cambiato la vita alle 17.30 in piazza San Lorenzo presentando Tutto o niente (Einaudi). Nel cortile Holden alle 18, lo scrittore Stefano Piedimonte racconta di Ivan Sciarrino, il killer sentimentale protagonista de L’innamoratore (Rizzoli): un dongiovanni che fa strage di cuori di donne per conto di uomini decisi a rovinare i concorrenti, ma che finisce con l’innamorarsi lui stesso. Il regista e scrittore Ivan Cotroneo terrà un incontro sul bullismo accompagnato dall’esperienza professionale dello psicologo Stefano Eleuterio, in serata alle 21.30 presso il Cortile di Palazzo Gentili, il tema sarà ulteriormente approfondito con la proiezione del suo ultimo film Un bacio. A seguire, il cortile Holden ospiterà anche Sergio Staino, celebre cartoonist che nella graphic Alla ricera delle pecora Fassina. Manuale per compagni incazzati, stanchi, smarriti ma pur sempre compagni (Giunti) disegna una satira politica destinata al PD. Sempre alle 19, in Piazza del Fosso Eliana Liotta istruisce il pubblico sulla Dieta smartfood (Rizzoli), indicando quali sono quei cibi “intelligenti” capaci di allungare la vita. Il documentarista e giornalista Toni Capuozzo alle 19 al Palazzo Priori ripercorre la lunga vicenda dei due fucilieri di Marina imprigionati in India, presentando il suo ultimo libro Il segreto dei marò (Mursia). La scrittrice Valentina D’Urbano alle 20, nel cortile Holden, presenta Quella vita che ci manca (Longanesi), la storia d’amore di due ragazzi che si mescola a quella di ordinario e realistico orrore, tra droghe, omicidi, povertà nelle periferie di Roma. Nel cortile del Palazzo dei Priori, alle 21, Maurizio De Giovanni parla dell’antologia L’omicidio Carosino (Edizioni Cento Autori) sulle prime indagini del commissario Ricciardi, il personaggio creato dallo scrittore che possiede il potere straordinario di vedere i morti nel loro ultimo istante di vita. Eraldo Affinati nel suo libro L’uomo del futuro (Mondadori) ha cercato di mettere su carta l’eredità spirituale di don Lorenzo Milani, ne parla alle 21.20 nel cortile Holden. La lotta di Papa Francesco e dei suoi fedelissimi per riformare la Chiesa e le sue istituzioni viene raccontata nel libro-inchiesta di Gianluigi Nuzzi, Via Crucis (Chiarelettere), presentato alle 21.30 in piazza del Fosso. Intanto, la tradizionale raccolta fondi che Senza Caffeina opera a favore di Agop e della costruzione della Casa a colori, viene inaugurata da Lorella  Cuccarini alle 21.30 nel Parco del Paradosso. Nel cortile del Comune, alle 22.30, Cristina Comencini parlerà del suo ultimo libro, Essere vivi (Einaudi): la storia della vita di Caterina, moglie e madre di due figli il cui passato burrascoso viene a galla insieme a un nuovo volto amico quando l’amata madre adottiva viene trovata morta col suo compagno. 

DOMENICA 26 GIUGNO

Sonia Peronaci ha fatto della passione per la cucina un business: fondatrice di Giallo Zafferanno, per Caffeina ha in mente uno show cooking volto a presentare il suo libro di ricette La mia cucina (Rizzoli), alle 18.30 nel cortile del Palazzo Gentili. Guido Catalano racconta la storia tenera tra l’ultimo dei poeti e un’incantevole aracnologa contenuta nel suo primo romanzo in prosa, D’amore si muore ma io no (Rizzoli), nel cortile Holden alle 19. Tema di fortissima attualità quello a cui è dedicato l’incontro di Lilli Gruber (piazza San Lorenzo, ore 19.30): Prigionieri dell’Islam (Rizzoli) è un saggio che mette a triangolo terrorismo, migrazioni e integrazione. Al settantasette alle 20.30, un appuntamento dedicato a chi non vuole prendersi troppo sul serio: si parla, infatti, delle fictional news di Lercio, il sito satirico ideato da Michele Incollu. Cinque anni fa Antonio Pennacchi vinceva il premio Strega con Canale Mussolini, quest’anno è tornato con Canale Mussolini. Parte seconda (Mondadori) in cui si dedica a mantenere viva la memoria del difficile processo di costruzione della nostra Italia democratica e repubblicana: alle 21.30 in piazza del Fosso. Con le letture di Maria Francesca Saba, Francesco Abate – alle 21.30 nel cortile Holden – presenta Mia madre e altre catastrofi (Einaudi), un libro nato come serie social a episodi che in realtà è una tragicommedia del rapporto sentimentale più dolce e ingarbugliato di tutti: quello tra madre e figlio. Riempirà Piazza San Lorenzo la band bolognese di musica indipendente Lo Stato Sociale con la presentazione del libro Il movimento è fermo (Mondadori).

LUNEDI’ 27 GIUGNO

Enrico Ruggeri in piazza San Lorenzo presenterà Un prezzo da pagare (Mondadori) alle 21, un noir ambientato nel mondo dello spettacolo di cui l’autore ha un’evidente esperienza diretta. Alle 21.30 nella Sala Consiliare del Palazzo dei Priori si parla dell’Equazione di un amore (Giunti) secondo l’autrice Simona Sparaco: la storia di una ragazza, di due uomini e della Fisica che dice che nulla può separare due particelle quantiche una volta che sono entrate in contatto. Giuseppe Culicchia parla del libro Mi sono perso in un luogo comune. Dizionario della nostra stupidità (Einaudi) alle 21.30 in piazza del Fosso. Un manuale che contiene frammenti di comicità pura insieme a riflessioni più malinconiche sempre all’insegna dell’intelligenza e che crea un ritratto di tutti noi sorpresi a parlare senza pensare davvero. Cortile Holden, 21.30, Luca Doninelli con il suo ultimo lavoro: Le cose semplici (Bompiani) è il racconto di un amore che sopravvive attraverso i ricordi, lei che vola in America lontana da lui, lo scoppio improvviso di una guerra che conduce presto alla frantumazione della società, lui che per non dimenticarla si mette a scrivere. Una conversazione sul racconto della mafia tra cinema e fiction per Pif e Luca Ribuoli – alle 22.30 al Parco del Paradosso – ritornando alla pellicola di successo di un paio di anni fa La mafia uccide solo d’estate.

MARTEDI’ 28 GIUGNO

È Romana Petri a inaugurare la serata di martedì presentando alle 18 nel cortile Holden il suo ultimo libro Le serenate del Ciclone (Neri Pozza), per metà puro romanzo e per l’altra metà memoir famigliare lungo sessantatré anni, come gli anni di suo padre, Mario Petri detto “Ciclone”. Al cortile di Palazzo Gentili alle 18.30, Rossana Lambertucci presenta il suo manuale dedicato alle abitudini alimentari La dieta che ti cambia la vita. Il mio nuovo viaggi dimagrante (Mondadori). Nel cortile Holden, alle 19 Emanuele Trevi parla de Il popolo di legno (Einaudi) una testimonianza di nichilismo letterario in cui lo scrittore rade al suolo i miti di ogni forma di progressismo. Un incontro letterario e musicale quello con Alessandro Portelli, il professore presenta alle 20 in piazza del Fosso Badlands. Springsteen e l’America (Donzelli), un appuntamento irrinunciabile per tutti i fan, chitarra e voce vanno Giampiero e Daniele Lattanzi. Pierluigi Battista e Annalisa Canfora in Mio padre era fascista con le musiche di Luigi Gentile sono alle 21 al Palazzo dei Priori per raccontare che cosa è significato avere avuto un padre fascista che ha vissuto con dignità, coraggio e coerenza la sua solitudine generata dall’essersi trovato dalla “parte sbagliata”. Thriller spagnolo La strada delle ombre (Nord) di Mikel Santiago, che in patria ha trovato un larghissimo successo di pubblico: ne parla l’autore alle 21.30 nel cortile Holden. Si parla di attualità e la si mette in scena con Marco Travaglio e Giorgia Solari: il giornalista ha deciso di portare a teatro le ragione del No in proposito del prossimo Referendum sulla controriforma, mentre l’attrice si cala nei panni di Maria Elena Boschi (con le frasi testuali della ministra delle Riforme) per impersonare i Sì.

MERCOLEDI’ 29 GIUGNO

Piergiorgio Odifreddi si rivolge a tutti i ragazzi: alle 18.30 al Palazzo dei Papi, il professore piemontese farà una promessa importante “Anche i geni sgobbano”. La giornalista e scrittrice Annarita Briganti presenta il suo ultimo romanzo – L’amore è una favola (Cairo) – alle 19.30 nel cortile Holden: ambientato tra Milano e Napoli, tra arte ed editoria, contiene una dura condanna alla violenza contro le donne, che irrompe nella complicata esistenza della protagonista. Ester Armanino in piazza del Fosso alle 20 parla del suo romanzo L’arca (Einaudi): quando un diluvio si abbatte sulle nostre vite, dobbiamo pensare a cosa mettere in salvo. È ciò che succede alle due sorelle di questa storia, divise dall’indole e da un segreto e al figlio di sei anni di una delle due, che dovrà imparare a dire addio. Un incontro a sfondo musicale con Paola Turci, alle 21 presso la piazza San Lorenzo: la cantante presenterà il suo libro Mi amerò lo stesso (Mondadori), la storia della sua rinascita che passa attraverso profondi traumi e il rapporto con musica e pubblico. “Dove va il Pd dopo le amministrative?” è una domanda a cui tutti coloro che si interessano di politica vorrebbero dare una risposta: ci prova alla Sala Regia del Palazzo dei Priori dalle 21 Matteo Orfini, presidente del partito e tra i protagonisti della campagna elettorale di Roma. Rita Armeni alle 21 presenterà Di questo amore non si deve sapere. La storia di Inessa e Lenin (Ponte alle Grazie) di cui si racconta la storia di Inessa Armand votata anima e corpo alla causa bolscevica e fidata collaboratrice di Lenin. Edoardo Albinati in La scuola cattolica (Rizzoli, candidato allo Strega), che lo scrittore presenta alle 21.30 nel cortile Holden, ripercorre la sua adolescenza per dare le coordinate dell’ambiente agiato e tranquillo in cui sono cresciuti alcuni suoi ex compagni di scuola, nonché aguzzini di uno dei più clamorosi crimini dell’epoca, il Massacro del Circeo. A quattro anni dalla sua scomparsa, Luca Beatrice racconta la straordinaria parabola artistica e umana di Lucio Dalla presentando alle 22.30 nel cortile di Palazzo dei Priori Per i ladri e le puttane sono Gesù bambino. Vita e opere di Lucio Dalla con accompagnamento al pianoforte di Luigi Gentile e voce di Giulia De Vergori.

GIOVEDI’ 30 GIUGNO

Alle 18.30 nel cortile di Palazzo Gentili, il celebre pilone della nazionale di rugby, Martin Castrogiovanni condivide le grandi lezioni che ha imparato dal suo sport presentando il libro Raggiungi la tua meta. Forte, felice e vincente con la celiachia (Sperling&Kupfer). Nel cortile Holden Alberto Garlini parla del suo Piani di vita (Marsilio), alle 19, interrogandosi sull’esistenza di una realtà vera e non modellata su ciò che ci raccontiamo e che raccontiamo agli altri. Il grande storico d’arte Claudio Strinati presenta il suo lavoro La Roma dei Papi (Giunti), con un’affascinante lezione sul Rinascimento. Alle 19.30 nel Palazzo dei Priori il politico Renato Brunetta spiega la situazione del partito Forza Italia, di cui è capogruppo, e della fedeltà dei forzisti a Silvio Berlusconi nell’opposizione a Matteo Renzi. A seguire, il cortile Holden ospiterà il partenopeo Lorenzo Marone con La tristezza ha il sonno leggero (Longanesi): la storia è quella di Erri Gargiulo, un figlio di divorziati cresciuto un po’ qua e un po’ là, ora uomo insicuro ed emotivo, alle prese con la ricerca del suo posto nel mondo e nella famiglia. Lo scrittore Mauro Corona in piazza San Lorenzo alle 20.45 presenta La via del sole (Mondadori), con lui Luigi Gentile al pianoforte e Giulia De Vergori come voce, un romanzo che vede come protagonista un ragazzo talmente abituato a ottenere tutto dalla vita, che ormai da tutto è nauseato. La Resistenza che non si trova nei manuali di scuola è stata raccontata da Aldo Cazzullo nel libro Possa il mio sangue servire (Rizzoli), che il giornalista e scrittore presenterà alle 21 nel cortile del Palazzo dei Priori, cercando di spiegare come essa non sia il patrimonio di una fazione, ma di una nazione. Beethoven e la ragazza coi capelli blu (Mondadori) è un romanzo ma anche un manuale di musica, scritto dal direttore d’orchestra in jeans Matthieu Mantanus, alle 22.30 nel cortile del Palazzo dei Priori. Alle 23 il cortile Holden si vestirà di sfumature gotiche con la presentazione del libro di Mario Baudino Lo sguardo della farfalla (Bompiani): tre librai di paese, una villa abitata da un fantasma, un’immensa biblioteca ereditata alla morte di un anziano professore di università, pagine che scompaiono.

VENERDI’ 1 LUGLIO

La vlogger Sofia Viscardi arriva a Caffeina, alle 18.15 nel cortile di Palazzo Gentili, per presentare il suo primo romanzo: Succede (Mondadori) è una storia in cui ogni studente potrà facilmente riconoscersi, la protagonista è la classica “ragazza normale”, Margherita, alle prese con l’età in cui le domande si fanno importanti. Salvatore Striano racconta la sua storia nel cortile Holden alle 19 presentando La tempesta di Sasà (Chiarelettere): dalla giovinezza passata a combattere la camorra con le sue stesse armi per non soccomberle, fino all’incarcercazione, il punto più basso della sua vita da dove è riuscito a ripartire grazie a Shakespeare e alla recitazione. Nella Sala Regia alle 19 un incontro con i rappresentati del Movimento Cinque Stelle in cui si tratterà della voglia di protesta e della prorompente sfida che lanciano alle capacità di governo. Francesco Viscardi nel cortile Holden alle 20 parla del suo ultimo libro Una specie di felicità (Piemme), il racconto di quello che accade a uno psicoterapeuta professionista quando, per caso, nell’istituto in cui lavora ritrova il suo ex-maestro, stanco e provato dalla vita. Adesso (Rizzoli) è la storia di quel momento nella vita di ognuno di noi dopo il quale niente sarà come prima, ed è il titolo dell’ultimo libro di Chiara Gamberale che ha scalato tutte le classifiche e di cui la scrittrice parla in piazza San Lorenzo alle 21, con letture di Annalisa Canfora e Corrado Fortuna. Intanto, sempre alle 21 nel cortile Holden l’appuntamento è con Antonio Pascale che presenta il suo Le aggravanti sentimentali (Einaudi), un romanzo costruito su episodi esilaranti e digressioni svagate che si interroga sulla ricerca della felicità e sull’accettazione che anche il caso vuole la sua parte nelle nostre vite. Un appuntamento dedicato a  tutti gli amanti del thriller: alle 22.30 Lorenzo Beccati parla di Aenigma (Nord) nel cortile del Palazzo dei Priori: un romanzo in cui ogni persona, anche quella più innocente sembra covare in sé il male. Andrea Baffo, Giorgio Nisini e Filippo Rossi  insieme per la serata dedicata al tema  di questa edizione di Caffeina: alle 23 nel cortile Holden diventano protagoniste la passione e le sue infinite sfumature, di cui si parla nell’antologia di racconti Un bacio in bocca (Longanesi) a cui hanno contribuito autori che negli anni hanno partecipato al festival.

SABATO 2 LUGLIO

Incontro alle 17 con Corrado Passera, ministro del governo Monti, ex manager di gruppi industriali e bancari e fondatore del movimento Italia Unica. La sua tesi è che dopo tante promesse il rilancio del Paese resti una chimera: quali le misure da adottare? Si parla poi della passione femminile con la presentazione del libro Donne pericolose. Passioni che hanno cambiato la storia (Rizzoli) di Cinzia Tani alle 18 nel cortile Holden: una galleria di volti conosciuti o poco studiati ma che hanno avuto tutti un ruolo fondamentale nell’evoluzione storica del Novecento. Appuntamento con il romanzo commedia Il tassista di Maradona (Einaudi) di Marco Marsullo in piazza del Fosso alle 19, un libro su un tassista che a San Salvador, un tempo, su un campo da calcio sapeva regalare grandi sogni. Uno spazio del tutto dedicato a un grande mito dei libri per bambini: Geronimo Stilton presenterà in piazza San Lorenzo alle 19.30 il Grande ritorno nel Regno della Fantasia 2 (Piemme): la nuova avventura del roditore più famoso di Topazia. A seguire, in piazza San Lorenzo la scrittrice spagnola Clara Sánchez parlerà ai lettori del suo ultimo libro La meraviglia degli anni imperfetti (Garzanti): Fran arriva da un sobborgo di Madrid, i suoi due migliori amici provengono da una famiglia benestante, ma le vite di Eduardo e di sua sorella Tania, che Fran ama segretamente, sono avvolte in misteri inviolabili. Alle 21.30, è il cortile Holden a ospitare il creatore di Cattivik. Silver infatti parlerà di Cattivik. Il genio del male (Gallucci) una raccolta inedita delle storie più belle a colori del famigerato malvivente a forma di melanzana. Dalle 23, nel cortile Holden, Elena Stancanelli leggerà il suo romanzo La femmina nuda (La nave di Teseo) accompagna da H.E.R. in un live act violino e voce.

DOMENICA 3 LUGLIO

Alle 19, nel cortile Holden, lo scrittore Filippo La Porta presenta Indaffarati (Bompiani) un saggio attualissimo sul distratto mondo contemporaneo e sulla smemoratezza dell nuove generazioni, per capire dov’è finita la cultura umanistica. Alle 19.45 la scrittrice genovese Sara Rattaro presenta il libro Splendi più che puoi (Garzanti), una storia in cui dal dolore è generata la speranza, quella necessaria a uscire da un amore oppressivo, che in realtà amore non è. Un thriller estivo quello uscito dalla penna di Paola Rinaldi: Sani da morire (Sperling&Kupfer) è ambientato in una località di villeggiatura amata dagli anziani, la cui pace è sconvolta da una serie di omicidi, che hanno il pregio di risollevare le finanze del paese. In piazza San Lorenzo alle 20.45 un ouverture teatrale di Simone Perinelli su testi di Giorgio Nisini con le musiche di Massimiliano Setti, l’obiettivo è cogliere il senso della nostra esistenza nelle piccole cose come nei sentimenti più grandi. Sempre qui, in piazza San Lorenzo, a seguire ci sarà lo spettacolo di Tullio Solenghi & Trio d’Archi di Firenze: agli archi viene affidata l’esecuzione del Divertimento di Mozart, a cui si unirà l’eclettico attore e regista per dare vita a un connubbio di ironie, emozioni, facezie ed arguzie. Alle 21, nel cortile del Palazzo dei Priori Vito Mancuso presenta Dio e il suo destino (Garzanti), un saggio che vuole condurrre il lettore alla scoperta di una divinità completamnte partecipe nel processo umano. Carlo A. Martigli in piazza del Fosso alle 21.30 presenta La scelta di Sigmund (Mondadori): un giallo ambientato nei luoghi del Vaticano del 1903 e che vede l’uso del metodo psicanalitico (e del suo inventore, Sigmund Freud) per risolvere il caso. In piazza del Plebiscito Fabio Canino parla della sua Rainbow Republic (Mondadori): una Grecia del futuro, schiacchiata dal default economico, conquistata dalla comunità omosessuale globale. “Spegnete Facebook e baciatevi”è l’invito, nonché titolo dell’incontro – alle 23, nel cortile Holden – di Paolo Crepet: attraverso il racconto di casi individuali incontrati nella sua esperienza clinica, lo psichiatra offre ai lettori una bussola per orientarsi in un società i cui rapporti sono cambiati con l’avento di smartphone e tablet.

 

About Sara Mairaghi 1226 Articoli
Sara Mairaghi, chitarrista per passione e hobby, dopo aver lavorato come free lance per alcuni siti web, è approdata presso Il Tabloid Motori dove gestiva la parte social del sito. Vista la sua passione per qualsiasi tipo di evento festaiolo e alla moda, cinema e spetacolo, nel settembre 2014 ha preso in carico la categoria Intrattenimento ed Eventi de Iltabloid.it