10 dicembre 2016

Scherma, Frascati Scherma, il Gran Gala ha esaltato la stagione 2015-16. E da oggi via agli Europei

La solita scorpacciata di premiazioni, divertimento e (anche) cibo. Il Gran Gala 2016, la festa di chiusura della stagione del Frascati Scherma, è stato un successo anche quest’anno. Anzi forse più del solito, visto l’altissimo numero dei partecipanti che ha presenziato all’evento organizzato quest’anno direttamente nel quartier generale della palestra Simoncelli (le ultime edizioni si erano tenute presso il teatro di Villa Sora). Oltre alle diverse presenze istituzionali (dal sindaco di Frascati Alessandro Spalletta all’assessore ai Servizi sociali Matteo Filipponi, dal presidente del comitato regionale della scherma Claudio Fontana al consigliere della Federazione italiana Vincenzo De Bartolomeo e al fiduciario del Coni Lazio Sergio Sacchetti), c’è stata la risposta puntuale da parte di tantissimi tesserati, piccoli e grandi, che hanno confermato l’alto senso di “famiglia sportiva” trasmesso da sempre dal Frascati Scherma. Il presidente Paolo Molinari ha parlato di «una stagione bellissima, che culminerà con l’ormai prossima ufficializzazione della conquista dello scudetto per società, a dodici anni di distanza dall’ultimo, frutto dei tantissimi risultati raccolti durante l’annata» in special modo dal fioretto, capace di lasciare addirittura a quattromila punti di distanza la seconda classificata della speciale categoria per arma, ma anche dalla sciabola sempre più in crescita e da un settore spada che sgomita per dare il suo contributo alla causa. Dopo la premiazione degli Esordienti (i ragazzini ai primi passi nel mondo della scherma), è stato presentato tutto il Consiglio direttivo del club con particolare rilevanza a tutto il comitato che ha curato da vicino l’organizzazione dei recenti campionati italiani. Si è proseguito poi con la premiazione degli atleti Gpg (Under 14), degli Under 20 e poi degli Assoluti, col ricordo degli sponsor e in mezzo hanno sfilato le tre armi con i rispettivi responsabili di settore (Gino Pacifico per la spada, Lucio Landi per la sciabola e Fabio Galli per il fioretto), i maestri e gli istruttori. Finale con la doverosa celebrazione di Ilaria Salvatori, che ha deciso di terminare la sua fantastica carriera da fiorettista, con il saluto ad Arianna Errigo (fortissima fiorettista non tesserata col Frascati, ma comunque spesso presente alla Simoncelli per allenarsi) e con l’incoraggiamento agli atleti che faranno parte della spedizione olimpica (i fiorettisti Daniele Garozzo e Andrea Baldini oltre ai brasiliani Guilherme Toldo e Tais Rochel, e le sciabolatrici Rossella Gregorio e Loreta Gulotta).
A proposito di grandi eventi, da oggi e fino a domenica si terranno i campionati europei che vedranno in gara tutti gli azzurri poi presenti alle Olimpiadi (e anche lo spagnolo Carlos Llavador tesserato con il Frascati Scherma): da Torun (Polonia) si attendono riscontri importanti. Praticamente in contemporanea, dall’altra parte del mondo vale a dire a Panama, si terranno i Giochi panamericani con gli stessi Toldo e Rochel in gara.