6 dicembre 2016

Chi sarà il maestro di Misano?

I campionati europei di calcio sono nel pieno del loro svolgimento e mentre l’Irlanda del Nord non è favorita nel calcio, la sua bandiera è tenuta alta nel WorldSBK.
Jonathan Rea non vince da due mesi, ma ha aumentato ugualmente il suo vantaggio nella classifica generale, arrivando a 56 punti di vantaggio grazie ad una formidabile costanza. Questo fine settimana, al Misano World Circuit Marco Simoncelli potrebbe avere l’opportunità ideale per tornare a vincere, infatti proprio il nord-irlandese ha firmato qui la sua prima vittoria del WorldSBK, nel 2009, e mentre sarà impegnato a lottare contro gli avversari, avrà la possibilità concreta di poter ripetere il risultato dell’anno scorso – un secondo posto e una vittoria.
Sia Tom Sykes, sia Chaz Davies proveranno a rovinargli i piani. Sykes è arrivato in Italia occupando la seconda posizione in Campionato e con tre vittorie conquistate nelle ultime quattro gare. L’inglese, inoltre, ha anche ottenuto la pole position a Misano negli ultimi quattro anni, ha vinto tre gare ed è il pilota più vincente sul tracciato italiano. Con la vittoria dominante a Sepang, in Gara1, e la grintosa e determinante prestazione a Donington Park, Sykes ha dimostrato ancora una volta di essere uno dei piloti più veloci del mondo. I risultati l’hanno riportato nuovamente in lotta per il titolo, ma i due prossimi round saranno cruciali per le sue possibilità di vincere. Prima della pausa estiva ci sono gli appuntamenti di Misano e di Laguna Seca e per Sykes sarà importante ridurre il distacco in termini di punti da Rea, per mantenere ancora aperta la lotta al Campionato.
In questo week end Sykes festeggerà la 200esima partenza nel WorldSBK e sarà pronto a raggiungere questo traguardo con una vittoria. I due successi a Donington Park hanno completamente ricostruito la sua fiducia e grazie al test svolto sul circuito di Jerez, il Campione del WorldSBK del 2013 guiderà con una fiducia ancora maggiore. Le sue vittorie in Tailandia, a Sepang e a Donington Park sono state tutte di alto livello, qualunque pilota ne sarebbe orgoglioso, ma adesso per lui sarà importante mantenere lo slancio positivo. Sykes non ha alcun margine d’errore e ha bisogno di fermare Rea nei prossimi due round.
Anche Chaz Davies è un altro che non ha alcun margine di errore e nessun posto dove nascondersi. Questo fine settimana affronterà il round di casa per la Ducati e dopo aver svolto due giorni di test, il gallese sarà sotto pressione per mantenere il suo dominio sul suolo italiano in questo 2016. La sua splendida doppietta di Imola è stato un risultato culminante della sua stagione finora, ma nonostante sia stato forse il pilota più forte fino all’ottavo round, si trova ora in terza posizione nella classifica generale. La più grande battuta d’arresto dell’anno è avvenuta nel suo round di casa, quando per un raro problema meccanico alla sua moto, ha perso tempo prezioso nelle prove libere e questo ha successivamente condizionato le due gare.
Un week end senza problemi è un must per Davies a Misano ma la sua velocità, la sua costanza e la sua fiducia dimostrata finora, lo hanno contraddistinto più volte come l’uomo da battere. Misano è sempre stato un terreno di caccia per Ducati, che ha ottenuto qui 28 vittorie – il maggior numero mai ottenuto da una stessa marca su uno stesso tracciato – e la casa di Borgo Panigale è fiduciosa di continuare a fare bene in questo fine settimana.
Anche se non sarebbe una sorpresa veder vincere Davies o Sykes le due gare di Misano, il quadro generale suggerisce che il pilota da battere è Jonathan Rea nel WorldSBK. Guardando i punti è strano dirlo, ma il Campione ha sofferto un po’ durante la stagione con la nuova moto, e nonostante tutto ha potuto costruire un ampio margine, salendo sempre sul podio e guadagnando vantaggio dalle sfortune degli avversari.
In questo 2016 Jonathan Rea non ha potuto replicare il dominio della stagione passata e quando è stata superata la metà del Campionato, il nord-irlandese sta continuando a difendere il titolo dalle grinfie degli avversari. Se Sykes o Davies avranno una possibilità di cambiare la sceneggiatura del campionato, avranno bisogno di lasciare la costa Adriatica con una doppietta.
Fonte: worldsbk.com
Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5959 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.