3 dicembre 2016

Legge dopo di noi, Baroni, M5S: “Una legge che aumenta la forbice tra ricchi e poveri. Tutelate solo le lobby”

Massimo Baroni, deputato del Movimento 5 Stelle e membro della Commissione Affari Sociali, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

“Abbiamo votato contro la legge ‘Dopo di noi’ –ha affermato Baroni-. Abbiamo votato a favore dell’articolo 1 che indica gli obiettivi della legge. Ma questi obiettivi non possono essere raggiunti dai successivi articoli della legge. Vengono disattese le leggi che già esistono riguardo i diritti dei portatori di handicap, perché non si è mai voluta mettere una filiera di controllo su questi servizi”. Questa legge esclude sostanzialmente dai suoi benefici un milione e ottocentomila disabili. Chi è economicamente in grado di accedere a strumenti privati di sostegno, attraverso assicurazioni e trust avrà un modo in più per potersi adeguatamente tutelare ma a tutti gli altri, la stragrande maggioranza della platea, andranno solo le briciole. “Se tutti richiedessero i servizi, i fondi sarebbero 192 euro a testa all’anno. Vengono tutelate le solite lobby, su tutte quella del trust. Questa legge è stata scritta non dalle famiglie, ma dai portatori d’interessi. E’ una legge che aumenta ulteriormente la forbice tra i più ricchi e i più poveri”.

Fonte: Radio Cusano Campus